Lamborghini, arriva il primo yacht realizzato da The Italian Sea Group

The Italian Sea Group ha consegnato il primo yacht firmato Lamborghini che nasce dalla collaborazione tra la casa automobilistica e Tecnomar.

Lamborghini, Ecco il primo yacht realizzato da The Italian Sea Group
Youtube

Consegnato da Italian Sea Group il primo yatch Lamborghini, costruito unendo la tecnologia delle super car con quella dei natanti di Tecnomar.

Si tratta, come dichiarato dallo stesso designer Mitja Borkert di un sogno che si avvera. Un sogno che si chiama Tecnomar for Lamborghini 63. Chiaramente si tratta di un motoscafo con un motore in grado di sprigionare l’equivalente di 120 km orari su strada e che ricorda, anche nel design estetico, gli elementi classici delle Lamborghini con poche concessioni alla idrodinamica per mantenere lo spirito della casa automobilistica.

Tecnomar for Lamborghini 63: Il sogno di Mitja Borkert

Lamborghini, Ecco il primo yacht realizzato da The Italian Sea Group
Youtube

A parlare dello yacht Lamborghini è Mitja Borkert, che nella casa automobilistica lavora dal 2016 ed è a capo del settore design. Ed è per il designer tedesco un sogno che si avvera. Un sogno che adesso non vola più soltanto sulla strada ma anche in acqua.

Ma, se è vero che yatch e auto sportive hanno qualcosa in comune è anche vero che non sono proprio la stessa cosa. Così il designer parla della sua esperienza: “per me, designer di automobili, è stato come saltare in un mondo diverso: apri la porta e ti trovi davanti a un’ispirazione nuova. Un universo che richiede anche specifici requisiti.”

Leggi anche: Cartelle esattoriali, possibile stangata a fine estate: i dettagli

Ma quanto c’è della Lamborghini dentro questo yacht? Innanzitutto la forma che ricorda davvero quella di una supercar, con i fanali a forma di Y e il volante. In particolare, il modello preso come riferimento è il Sián FKP 37, una supercar ibrida.

Leggi anche: Digitale terrestre, cambiano frequenze e canali tv. Ecco le novità

Ma, e lo riconosce anche Borkert, questo prodotto è frutto della collaborazione con il team di tecnomar che ha messo a disposizione il proprio know-how tecnico per quello che riguarda la costruzione e progettazione dei natanti. Il designer parla così del rapporto che si è instaurato in particolare con Gianmarco Campanino, l’art director di Tecnomar: “Mi sentivo come un bambino. Ero affascinato da tutto, a partire dal team di Gian Marco Campanino. A lui ho aperto la porta sul mio universo, i materiali, il design e lo stile Lamborghini“.