Conto corrente, Ibl Banca inaugura l’identificazione digitale con Spid

La digitalizzazione surroga una buona parte delle operazioni burocratiche, tra cui il riconoscimento per aprire un conto in Ibl Banca

Ibl Banca, ora si paga anche tramite smartphone
(pixabay)

L’introduzione del digitale nelle amministrazioni pubbliche e private ha modificato radicalmente il rapporto con gli utenti. Infatti, alcune operazioni che in passato si dovevano espletare tramite file lunghissime agli sportelli, ora è possibile risolverle comodamente da casa. Per fare ciò è necessario munirsi di strumenti digitali e certificati, come lo Spid, la pec e la firma digitale. Una volta acquisiti, il resto è una strada in discesa.

Anche nel settore bancario gli istituti si fanno sempre più virtuali. Una ventina di anni fa Fineco ha inaugurato la banca totalmente online. Ora Ibl banca introduce un nuovo sistema di identificazione, tramite Spid e firma elettronica. In questo modo, anche aprire un conto corrente bancario può essere un’operazione dislocata dal territorio di appartenenza.

L’identità digitale della pubblica amministrazione funge da surrogato alla persona fisica, permettendo uno snellimento burocratico ed una semplificazione delle pratiche.

Leggi anche: Windows 11, virus informatico nelle versioni pirata del nuovo software

Ibl banca, il conto corrente con identità digitalizzata

Offerta lavoro banca
Cliente in banca (Foto Pixabay)

Simone Lancioni, Responsabile Marketing e Advertising di IBL Banca, dichiara: “La possibilità di scegliere Spid come modalità di identificazione, alternativa al riconoscimento fisico in filiale o al bonifico, necessario per garantire la propria identità, consente di risparmiare tempo e di effettuare la richiesta di apertura del conto corrente autonomamente e in qualsiasi orario e giorno“.

Certo, il limite del digitale è l’assenza del confronto umano nel momento in cui debbano insorgere problemi, ma la tecnologia digitale si avvale dell’intelligenza artificiale per prevedere ogni possibile inconveniente e rispondere alle domande del correntista.

Leggi anche: Scaricate programmi pirata? Attenti a questo virus informatico

Conclude Lancioni: “Crediamo che la digitalizzazione sia alla base della semplificazione di alcuni aspetti più noiosi e burocratici della quotidianità. Anche in questo vogliamo essere vicini alle famiglie italiane per agevolarle nella vita di tutti i giorni e pensare a nuovi servizi innovativi e intuitivi che possano fare la differenza”.