Fisco, cartelle esattoriali: tutte le Faq dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le Faq relative alle domande e risposte più comuni su cartelle esattoriali, versamenti e rateizzazione

Cartelle esattoriali
Pixabay

Sono state pubblicate da parte dell’Agenzia delle Entrate le Faq aggiornate per quanto riguarda le risposte a tutte le domande che riguardano i provvedimenti emanati nel periodo emergenziale dovuto al Covid-19.

Le domande più comuni riguardano la sospensione dei pagamenti delle cartelle esattoriali, i versamenti e le rateizzazione di queste.

L’Agenzia delle Entrate tende a precisare che i provvedimenti legislativi emanati nel periodo di emergenza Covid-19 hanno differito al 31 agosto 2021 il termine “finale” di sospensione del versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione.

Leggi anche: Conte e Draghi sembrano aver trovato un accordo sulla riforma della giustizia

Faq Agenzia delle Entrate: i chiarimenti più comuni

Cartelle esattoriali
(Pixabay)

I pagamenti sospesi sono quelli in scadenza dall’8 marzo 2020 al 31 agosto 2021 e il versamento delle somme dovute dovrà essere effettuato entro il mese successivo al termine del periodo di sospensione ossia entro il 30 settembre 2021. Ovviamente in questo caso si potrà anche scegliere la rateizzazione.

Durante il periodo di sospensione, e quindi dall’8 marzo al 31 agosto, l’Agenzia delle entrate-Riscossione non ha notificato o notificherà alcuna cartella di pagamento, nemmeno tramite posta elettronica certificata (pec). Ricordiamo inoltre che tutte le cartelle di importo residuo inferiore a 5 mila euro del periodo che va dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010 sono state sospese.

Leggi anche: Bonus bici, più pedali e più guadagni. Ecco come funziona

Infine la Legge 106/2021 ha fissato nuovi termini entro cui poter effettuare il pagamento per mantenere i benefici delle misure agevolate. Nello specifico il 31 luglio 2021 è il termine ultimo di pagamento per la rata in scadenza il 28 febbraio 2020 della “Rottamazione-ter”e della “Definizione agevolata delle risorse UE” e per quella in scadenza il 31 marzo 2020 del “Saldo e stralcio”; 31 agosto 2021 è il termine ultimo di pagamento per la rata in scadenza il 31 maggio 2020 della “Rottamazione-ter” e della “Definizione agevolata delle risorse UE”.

Ancora il 30 settembre 2021 è il termine ultimo di pagamento per la rata in scadenza il 31 luglio 2020 della “Rottamazione-ter”, del “Saldo e stralcio” e della “Definizione agevolata delle risorse UE”.

Il 31 ottobre 2021 è il termine ultimo di pagamento per la rata in scadenza il 30 novembre 2020 della “Rottamazione-ter” e della “Definizione agevolata delle risorse UE” ed il 30 novembre 2021 è il termine ultimo di pagamento di tutte le rate in scadenza nel 2021.