Bancomat Pay, in spiaggia parte l’esperimento per pagare cashless

Con una collaborazione tra Bancomat, Intesa Sanpaolo e Nexi, è stato avviato Bancomat Pay, l’esperimento con il pagamento cashless nelle spiagge italiane

Bancomat Pay, in spiaggia parte l'esperimento per pagare cashless
Pixabay

Bancomat, Intesa Sanpaolo e Nexi stanno sperimentando un sistema di pagamento cashless nelle principali spiagge italiane. Si tratta di un progetto che si svolgerà a Milano Marittima e Fregene.

Con la pandemia che ha portato i pagamenti senza contanti a crescere di beni 72% negli esercizi fisici, questo esperimento con i negozi che adotteranno in via temporanea la possibilità di pagare cashless servirà sicuramente come apripista per un rinnovamento dei sistemi di pagamento digitale nel nostro Paese.

Bancomat Pay, ecco l’esperimento Bancomat, Intesa San Paolo e Nexi

Bancomat Pay, in spiaggia parte l'esperimento per pagare cashless
Pixabay

Come spiegato bene da Alessandro Zollo, amministratore delegato di Bancomat, lo scopo di questo esperimento Bancomat Pay che porta il cashless in spiaggia è quello di far sì che i pagamenti digitali diventino uno strumento sempre più alla portata di tutti e utilizzabili in qualunque luogo. Anche perché “La crescita dei volumi di Bancomat Pay è il segnale di una nuova esperienza di pagamento da parte degli italiani“.

Leggi anche: Un bug iPhone può trasformarsi in un virus informatico

Ma perché Bancomat Pay coinvolge le spiagge di Milano Marittima e Fregene? Continua ancora Zollo “In una fase di estrema importanza per la ripartenza del turismo nel nostro Paese, sentiamo la responsabilità di contribuire sostenendo il settore con la nostra infrastruttura e con i nostri servizi idonei a garantire sicurezza e facilità d’uso su tutto il territorio, sia per i consumatori che per gli esercenti“.

Leggi anche: Linux, Che cos’è il pericoloso bug chiamato sequoia

Nei fatti, molti esercenti ancora non possiedono sistemi di pagamento digitali per una sorta di scetticismo e quindi questo esperimento estivo servirà sicuramente a dimostrare quanto, se messi nelle condizioni, gli italiani siano ben disposti a pagare utilizzando il bancomat e lo smartphone piuttosto che dover girare con i soldi contanti.