Cashback: solo con questa conferma scatta il pagamento

Arrivati alla fase finale del Cashback, c’è solo un modo per poter scoprire se si ha diritto al rimborso. Ecco come avvengono i pagamenti

Foto Pixabay

Il piano del governo che porta all’eliminazione graduale del contante vanno avanti, anche con la fase finale del Cashback di Stato. Che a quanto pare ha dato buoni risultati anche se al momento è stato sospeso per poi riprendere nei prossimi mesi. Sia l’esecutivo Conte che quello Draghi hanno portato avanti questa iniziativa che promette bene anche per la “seconda edizione”.

Si avranno infatti altre finestre semestrali che consentiranno di continuare l’esperienza che si è chiusa nei giorni scorsi. Dal primo gennaio si ripartirà con nuovi bonus in palio. Intanto tutte le persone che hanno raggiunto i requisiti durante i sei mesi scorsi potranno avere il rimborso con un semplice passaggio sull’app IO.

Basteranno pochi e semplici passaggi per scoprire se si rientra nella fascia dei beneficiari del provvedimento di incentivo all’eliminazione del contante. Scopriamo come fare per assicurarsi di essere presenti nella graduatoria definitiva.

Cashback, ecco come verificare i pagamenti

cashback
(pixabay)

Pochi e semplici i passaggi da effettuare sull’app IO per capire se si ha il diritto al rimborso Cashback. Aprendo l’applicazione di deve entrare nella sezione Bonus e Sconti. In quest’area apparirà un contatore che attesta la situazione personale, con il simbolo dei fuochi d’artificio accanto alla cifra ed un messaggio che annuncia la cifra accumulata.

A quel punto, una volta che ci si è accertati sull’esito positivo del rimborso, si ottiene il rimborso di 150 euro una volta accertate le 50 transazioni. Massimo entro 60 giorni avverranno i pagamenti, con l’ultima data disponibile del 28 agosto 2021. Per il Super Cashback invece si deve ancora aspettare.

Leggi anche: Ecco dove chiudono i bancomat in Italia: la mappa che evita le sorprese

Leggi anche: Nuova truffa telefonica, vi rubano soldi con questo sms

Per avere i 1500 euro infatti bisogna rientrare nei 100mila utenti, con le transazioni che al momento sono 787. In questo caso i pagamenti arriverebbero entro i 60 giorni dalla chiusura della graduatoria definitiva. Poi si dovrà solo attendere la ripresa a partire dal 1 gennaio, con l’azzeramento e la ripartenza con nuovi conteggi.