Ecco dove chiudono i bancomat in Italia: la mappa che evita le sorprese

Prelevare ad uno sportello bancomat sta diventando sempre più difficile in Italia per una tanti motivi. Ecco la mappa che aiuta i correntisti

Prelievi bancomat
Pixabay

Sta diventando davvero molto complicato oggi prelevare ai bancomat, soprattutto negli ultimi mesi. I motivi restano molteplici ma che provengono dalla stessa direzione. Innanzitutto per volontà del governo di limitare quanto più possibile la circolazione del contante ed i pagamenti cash. Questo sempre nell’ottica di contrastare le evasioni. Indirizzo che è stato completamente sposato dagli istituti di credito.

Che stanno perseguendo la strada tracciata dall’esecutivo anche per interessi personali. Prima con la minaccia della chiusura dei conti con elevata liquidità per i correntisti che non effettuano operazioni finanziarie. Poi con la limitazioni delle operazioni agli sportelli Atm. Con la spinta ad utilizzare gli strumenti telematici anche per i pagamenti.

Si va sempre di più verso la riduzione della circolazione del contante, con la conseguente chiusura degli sportelli che solo nel 2020 sono stati quasi 900. Nello specifico si parla di 831 punti chiusi su tutto il territorio nazionale secondo i dati diffusi da Bankitalia.

Bancomat chiusi in Italia: ecco la mappa completa

atm
(pixabay)

Secondo i dati forniti da Bankitalia sono 831 gli sportelli Atm chiusi su tutto il territorio nazionale. Ma anche le filiali sono diminuite del 3,4% rispetto al 2019, soprattutto nei comuni inferiori ai 30mila abitanti. In tutte le regioni si è registrato il calo che non ha risparmiato nessuna zona d’Italia. Il calo è stato mediamente del 6% ovunque per quel che riguarda la chiusura degli sportelli.

Ma tante anche le filiali chiuse. Sia al Nord che al Sud la situazione resta identica, con alcune banche che hanno deciso di disinvestire nel nostro paese. Parliamo in particolar modo di Ing, il gruppo olandese con i bancomat che non sono più operativi costringendo i clienti a provvedere in modo diverso e presso gli altri istituti di credito.

Leggi anche: Richiamo alimentare per semi di sesamo: composto chimico pericoloso

Leggi anche: Nuova truffa telefonica, vi rubano soldi con questo sms

Attualmente sono 1,3 milioni i clienti della banca che per poter prelevare in contanti dovranno affidarsi ad altri sportelli, pagando anche delle commissioni per tutte le operazioni. Per quel che riguarda invece gli assegni si potrà procedere solo attraverso la spedizione postale.