Digitale terrestre, cambio posizioni e nuovi canali: come vederli

Il prossimo primo settembre 2021 sarà il giorno dello switch-off ma, nel frattempo, il digitale terrestre continua ad arricchirsi di nuovi canali e di alcuni cambi di numerazione

Digitale terrestre, Ecco come vedere i nuovi canali
Pixabay

In vista dello switch-off, sul digitale terrestre continuano gli aggiornamenti e i cambiamenti per quello che riguarda i canali e la numerazione. Ecco quelli più recenti.

Prima di passare a parlare di ciò che è accaduto recentemente ai canali dei decoder, occorre ricordare che per poter continuare a vedere i canali del digitale terrestre è necessario possedere una TV con decoder di nuova generazione oppure essere in possesso di un televisore acquistato a partire dal 2017 in poi.

Digitale terrestre: ecco cosa è cambiato

Digitale terrestre, Ecco come vedere i nuovi canali
Pixabay

I cambiamenti nella numerazione del digitale terrestre non coinvolgono sempre tutte le regioni. In questo caso nell’ultima settimana di giugno sono state coinvolte, infatti, soltanto 6 regioni: Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Liguria, Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna. L’ultimo aggiornamento ha poi riguardato il mux studio1 con l’aggiunta del canale 239 nella posizione con la stessa numerazione.

In particolare, una regione in cui il mux continua a cambiare è il Piemonte. Già a inizio giugno infatti c’erano state alcune aggiunte nel digitale terrestre di quella zona: per esempio il canale TOP Planet nella posizione 119 e il canale Supercinema 2 e che ora si trova nella posizione LCN 199. Adesso, sempre in Piemonte, oltre a dover fare l’aggiornamento del Mux Sesta Rete, alla posizione 585 si trova il canale Lombardia TV.

Grandi cambiamenti anche in Liguria dove è apparso il canale Maria Vision alla posizione 246. Alla posizione 172 è ora visibile STVStory, mentre al canale 285 troviamo STVSport e al canale 652 troviamo Amaliguria.

Leggi anche: Windows 11, cosa cambia con la nuova versione del sistema operativo

Se vi trovate in queste regioni, per poter vedere i nuovi canali dovete risintonizzare il decoder e fare l’aggiornamento automatico della numerazione. Mentre da alcune parti si chiede uno slittamento dello switch-off totale, noi vi ricordiamo le prossime tappe di questo cambiamento nella trasmissione televisiva. Il primo settembre ci sarà il passaggio alla codifica MPEG4 per vedere i canali in alta definizione e a giugno dell’anno prossimo ci sarà il passaggio totale al DVB–T2 con trasmissioni in qualità superiore.

Leggi anche: Kaspersky: “Ecco perché gli hacker sembrano russi”

Il passaggio al DVB-T2 avverrà per tappe a partire dal primo settembre di quest’anno per le regioni del nord. A gennaio e fino a marzo sarà la volta della fascia centrale dell’Italia mentre a partire da aprile saranno le regioni del sud ad essere coinvolte dal cambiamento.