Cowboy Bebop, l’anime diventa serie grazie a Netflix

Il noto anime “Cowboy Bebop” diventerà serie tv. Netflix produce e distribuisce il prodotto che sarà disponibile dal prossimo autunno

cowboy bebop
(Wikipedia)

E’ sempre più in voga la trasformazione di celebri anime in prodotti seriali con attori in carne ed ossa. Pionieri dell’operazione sono stati i cartoni animati della Marvel, che hanno riscosso grande successo di pubblico anche in versione filmica.

La nuova versione dei prodotti audiovisivi, la serie tv, si è incaricata di interpretare nuovamente le anime in prodotti che possano accogliere il consenso del pubblico. Per questo è essenziale che il cartone animato di provenienza sia un cult.

“Cowboy Bebop” è un cartone animato di origine nipponica che è stato diffuso in Italia nel 2000. Un misto di registro western e fantascienza con toni esistenzialisti, il cartone ha riscosso grande successo sin dal suo primo apparire.

Lungi dall’essere un prodotto per l’infanzia, “Cowboy Bebop” dietro la parvenza action contiene riflessioni esistenziali sulla natura del genere umano, discussioni nella quale si cimentano sovente i protagonisti.

Netflix ha prodotto la serie da questo cartone animato, ed il colosso dello streaming annuncia che sarà disponibile su piattaforma a partire dal prossimo autunno.

Leggi anche: “Startup”, la serie statunitense del 2016 approda su Netflix

Cowboy Bebop, la trama

La narrazione parte da uno scenario futuro, il 2047. I viaggi interspaziali sono accessibili, ed il pianeta Marte è diventato il cardine dello sviluppo umano. Ma come accede nella contemporaneità, il sistema sociale è afflitto dalla criminalità organizzata. Per ridurre il potere dei narcotrafficanti e terroristi, la polizia interstellare assolda dei cacciatori di taglie che si muovono sulla loro nave Bebop per combattere il crimine e trarne profitto individuale.

I protagonisti si concentrano ad ogni puntata su una nuova avventura, ma insieme alle loro battaglie si cimentano in riflessioni esistenziali e tentano di ricostruire la propria storia personale.

Leggi anche: Netflix, il colosso dello streaming firma un accordo con J Lo

Una dimensione di ricerca identitaria che ha fatto la fortuna prima dell’anime e poi del cartone animato. Si vedrà come sarà accolto in versione serie tv.