Conto corrente, addio ai prelievi bancomat: c’è la data. Ecco chi trema

Conto corrente e prelievi in contanti al bancomat: arriva la data ufficiale che fa tremare tantissimi italiani. Scopriamo tutti i dettagli. 

conto corrente
Foto Pixabay

Negli ultimi mesi si è discusso tantissimo dei prelievi dal conto corrente, soprattutto di quelli in contanti dal bancomat. Con la stretta del governo contro l’evasione fiscale, gli interventi che mirano alla limitazione del contante sono ormai evidenti. Anche con il cashback si è andati nella direzione di stimolare gli acquisti tracciabili. Ma adesso arriva una data che fa tremare davvero tantissimi italiani.

Parliamo dell’addio ai prelievi bancari, con le banche che stanno tentando in tutti i modi non solo la limitazione delle operazioni in contanti ma anche i depositi di cifre consistenti in conti correnti privi di operazioni finanziarie. Mettendo alle strette sotto tanti punti di vista i correntisti che in questo periodo di emergenza Coronavirus non stanno trascorrendo momenti facili.

Leggi anche: Digitale terrestre, nuovi canali: ecco come aggiornare la lista

Tra le banche che minacciano maggiormente operazioni clamorose c’è Fineco che addirittura ha fatto sapere di voler chiudere i conti con giacenza superiore ai 100mila euro senza investimenti.

Conto corrente e prelievi: la data che fa tremare tutti

Conti correnti pesanti
Banconote (Pixabay)

Il timore dei titolari di conto corrente hanno una data impressa nella mente. E che fa tremare i risparmiatori abituati tra l’altro all’utilizzo del contante. Il riferimento è al 1 luglio, data da cerchiare in rosso per i correntisti ING. Per 1,3 milioni di clienti infatti non ci sarà più la possibilità di prelevare in contanti, ma nemmeno di recarsi in filiale. Infatti resteranno chiuse quelle delle principali città.

Non solo Genova Cagliari Firenze, ma anche Trieste Mestre Catania Bergamo Monza e Verona abbasseranno le saracinesche per sempre. In Italia quella che non subirà nessun cambiamento almeno per il momento è quella di Torino, che in ogni caso limiterà tutte le operazioni tradizionali.

Leggi anche: Prestiti e mutui, le novità del Decreto Sostegni bis sui finanziamenti

Tutte le casse bancomat di ING presenti sul territorio non saranno più operative, e per questo motivo tutti i clienti dovranno rivolgersi a sportelli di altre banche per tutte le operazioni di prelievo in contanti. Un disagio che sta spingendo in tanti a chiudere il conto e a passare ad altro istituto di credito.