Disney chiude tutti i negozi in Italia: a rischio 230 lavoratori

Disney ha annunciato che i 15 punti vendita in Italia a breve abbasseranno le saracinesche. In rivolta i sindacati, lavoratori a rischio. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Disney Italia (@disneyitalia)

La celebre catena internazionale ha preso una decisione drastica per l’Italia, confermando la notizia che si era sparsa già nelle scorse ore. E che temevano i tanti lavoratori del nostro paese. Infatti gli store distribuiti sul nostro territorio a breve abbasseranno le saracinesche. Per non riaprirle più. A ricevere la cattiva notizia sono ben 230 lavoratori che non si rassegnano a questa decisione.

Sul piede di guerra le sigle sindacali, che in queste ore hanno manifestato il loro dissenso. Parliamo di Filcams Cigl Fisascat Cisl e Uiltucs. Non si escludono manifestazioni importanti nei prossimi giorni per scongiurare questa possibilità che si spera possa rientrare. Anche se i margini per un dietrofront al momento sembrano inesistenti.

Leggi anche: Addio mascherine, spunta la data: la rivela Draghi

Infatti pare che la multinazionale abbia messo tutti a corrente della decisione a cose già fatte. Con la messa in liquidazione della società che sarebbe avvenuta il 19 maggio scorso. Un’azione che i sindacati non avrebbero per nulla condiviso.

Disney chiude tutti gli store italiani

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Zionturismo USA (@zionturismo.usa)

La decisione di Disney di chiudere tutti gli store in Italia ha lasciato i dipendenti senza parole. Sono 230 i lavoratori che da un momento all’altro si sono trovati senza occupazione e non preparati a questa difficoltà. Una decisione che arriva anche a seguito di un periodo non facile a causa della pandemia da Coronavirus.

Con casse integrazione e chiusure che hanno già svantaggiato i lavoratori da troppi mesi. L’ira dei sindacati ha prodotto una manifestazione importante indetta per i prossimi giorni. Ponendo l’attenzione sul comportamento scorretto da parte dell’azienda che non ha tenuto in nessuna considerazione i dipendenti.

Leggi anche: WindTre incoronata miglior rete mobile dati da Umlaut

Si apprende che la Disney starebbe prendendo iniziative simili anche in altri paesi. Ma le cose sembrano non andare per il verso giusto anche nel Nord America dove tanti store sono stati chiusi, con le vendite attive solo online.