Dl Sostegni bis: compresa l’esenzione dal canone Rai

Stop al pagamento del canone Rai per tutte le strutture ricettive beneficiarie di ristori, saranno esenti bar, pub, ristoranti e alberghi

(Pixabay)

La commissione Bilancio e Finanze  del senato da il via libera al Decreto sostegni bis che già domani, sarà presentato a palazzo Madama.

Le misure proposte nel nuovo decreto riguarderanno tutte le categorie e i privati cittadini  beneficiari dei ristori. Tra gli emendamenti più rilevanti troviamo i lo stop al pagamento della rata Imu di giugno, l’intervento sulla tassa sull’occupazione del suolo pubblico Tosap, e appunto come da titolo l’esenzione dal pagamento del canone per tutte le strutture ricettive  come bar, pub, ristoranti e simili.

Il testo del Dl Sostegni recita per l’appunto: “Le strutture ricettive nonché di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico sono esonerate dal versamento del canone di abbonamento alle radioaudizioni di cui al regio decreto-legge 21 febbraio 1938, n. 246, convertito dalla legge 4 giugno 1938, n. 880″

Leggi anche: Canone Rai, i coniugi con diversa residenza lo pagano due volte?

Canone Rai, le attività ricettive beneficiarie dei ristori saranno esenti dal pagamento

(Pixabay)

Nel 2021 quindi potranno evitare di pagare il canone Rai tutte le strutture ricettive comprese le attività che somministrano e distribuiscono bevande la sera.

Un risparmio non da poco perché mentre per i singoli il canone Rai viene a costare 90euro l’anno per le aziende i prezzi lievitano arrivando a cifre che vanno dai da un minimo di 203,70 euro ad un massimo di ben 6.789,40 euro all’anno.

Già nel decreto sostegni era comunque presente una riduzione pari al 30% sul costo del canone a questa nuova misura di sicuro non scontenterà nessuno

La senatrice 5 stelle Felicia Gaudiano promotrice di questo nuovo emendamento ha sostenuto nella giornata di ieri

Leggi anche: Canone Rai, chi può richiedere l’esenzione e come inoltrare la domanda

Oggi sono molto felice nel comunicarvi che è stato approvato il mio emendamento per esonerare dal canone Rai le strutture ricettive e di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico. Un aiuto importante per le attività che più stanno pagando le conseguenze della pandemia”.