Il condominio diventa Social senza WhatsApp: arriva l’app Domi

Organizzare una riunione di condominio potrebbe risultare più facile in futuro grazie alla app Domi. Questa app sviluppata da Komorebi srl, promette di risolvere tutti i problemi di comunicazione dei condomini con un sistema di messaggistica simile a quello di WhatsApp.

Il condominio diventa Social senza WhatsApp: arriva l'app Domi
Il condominio diventa Social senza WhatsApp: arriva l’app Domi (foto Komorebi srl)

La comunicazione nei condomini, in particolar modo in quelli molto affollati, può risultare complicata. Per risolvere il problema la squadra Komorebi ha inventato l’app Domi: un sistema di messaggistica che permette anche di distribuire informazioni aggiornate tra i condomini e tra condomini e amministratore.

Sulla carta, la nuova app Domi promette di essere un valido aiuto, per esempio, nell’organizzazione delle riunioni di condominio o nella gestione dei piccoli problemi che si possono trovare all’interno dei condomini stessi: lampadine fulminate, piccole diatribe tra dirimpettai. Il sistema, chiaramente, per funzionare deve essere scaricato installato da tutti i condomini e dall’amministratore.

Leggi anche: Superlega, il titolo della Juventus vola in borsa

Domi: l’app del condominio Social che sembra WhatsApp

Il condominio diventa Social senza WhatsApp: arriva l'app Domi
Il condominio diventa Social senza WhatsApp: arriva l’app Domi (foto: Komorebi srl)

I gruppi WhatsApp sono croce e delizia di tutti: da quelli per i compiti dei figli a quelli della squadra del calcetto fino a quelli in cui i condomini del palazzo si scambiano informazioni o lamentele riguardo ciò che non va. Se per le prime due situazioni non è possibile fare nulla, per la terza Komorebi srl ha inventato Domi. Questa app infatti potrebbe sostituire WhatsApp e allo stesso tempo anche le comunicazioni via mail.

Sfruttando un sistema simile ai social network, Domi permette di organizzare i contenuti di ciò che succede all’interno del condominio e quindi di tenere traccia anche delle conversazioni che avvengono tra condomini. Qualcosa che gli amministratori di condominio sanno di dover fare per poter avere un ecosistema tranquillo.

nell’app, disponibile sia per sistemi Android e anche per iOS ci sono alcune funzioni interessanti: è possibile per esempio contattare l’amministratore del palazzo o il custode, segnalare se qualcosa si guasta o non funziona, chattare con i propri vicini di casa per conoscerli, condividere informazioni sui professionisti che possono risultare utili alla gestione della vita di condominio.

Il sistema di Domi ricorda un po’ quello di un’altra realtà, il social network NextDoor che però mette in comunicazione tutti quelli che abitano in una determinata zona o quartiere. Con Domi invece si rimane nel proprio condominio: una realtà in cui una convivenza pacifica a volte può risultare difficile.

Leggi anche: Bonus stagionali, prorogata la scadenza per la domanda

L’App è gratuita anche se alcuni sistemi sono a pagamento: in particolare un sistema di certificazione di lettura che può sostituire le raccomandate che gli amministratori di condominio sono periodicamente obbligati a inviare ai condomini che gestiscono quando vi sono comunicazioni ufficiali da fare.

Se volete conoscere nel dettaglio Domi, qui trovate il link al sito ufficiale.