Bollette della luce, come risparmiare 150 euro sui consumi

Le bollette di luce e gas pesano molto sulle famiglie italiane. Ci sono alcuni escamotage per risparmiare sui consumi.

lampadina
(pixabay)

Nelle famiglie italiane i consumi che vanno maggiormente ad intaccare il conto in banca sono il gas e la corrente elettrica. Uno dei motivi è che le aziende di fornitura dei servizi applicano sulle bollette delle accise obbligatorie e le spese di trasporto.

Consultando i dettagli di una bolletta si può osservare che il costo dei consumi effettivi viene raddoppiato dalle spese supplementari.

La pandemia ha costretto buona parte della popolazione ad un ritiro domestico, di conseguenza i consumi sono aumentati per la maggior parte delle famiglie. Le statistiche stimano che ogni famiglia italiana spende in media 1.300 euro all’anno per luce e gas, nello specifico 800 euro per il gas e 500 per la luce.

Allora, considerando che le addizionali regionali, le accise, l’IVA e le spese di trasporto sono fisse, per risparmiare sui consumi si può incidere sulle proprie spese applicando dei semplici suggerimenti.

Leggi anche: Rcs, nel 2020 cala lo stipendio anche di Urbano Cairo. Dettagli e cifre

7 consigli per risparmiare 150 euro sulla luce

bolletta
(pixabay)

I Consulenti di Risparmio e Famiglia di ProiezionidiBorsa hanno stilato una lista di suggerimenti utili per abbassare il costo della bolletta della corrente elettrica di 150 euro:

  • Acquistare le lampadine fluorescenti compatte (CFL) a risparmio energetico;
  • Utilizzare elettrodomestici solo di classe energetica “A”, in particolare A+++, che consentono un consumo minore di energia elettrica;
  • Pulire i filtri di condizionatore e forno: questi elettrodomestici, se sporchi, consumano maggior energia;
  • Regolare la temperatura del frigorifero: si consiglia di tenere il frigo a 2° o 3°, ed il freezer a -18°;
  • Utilizzare lavatrice e lavastoviglie con il giusto carico: un carico eccessivo o troppo scarso possono incidere sulla bolletta;
  • Sostituire i vecchi dispositivi elettronici o pc: i nuovi apparecchi tecnologici sono impostati con un maggior risparmio sui consumi;
  • Spegnere luci e dispositivi quando non servono: anche se non sembra, tenere ciabatte accese o TV in stand by 24h incide sulla bolletta finale.

Leggi anche: Crollo consumi in Italia, Istat: -10.9% per spesa e -2.8% per redditi

Per finire, un suggerimento sempre utile è di comparare i prezzi dei fornitori sul sito dell’Autority dell’energia elettrica.