Scanzi: Travaglio e Berlinguer in difesa, il Codacons attacca

Andrea Scanzi non smette di far parlare di sé, dopo il suo scivolone sul vaccino anche Berlinguer e Travaglio perdono l’equilibrio

(Pixabay)

Solo bugie da Marco Travaglio per difendere il collega e istigazione alla violazione del piano vaccinale per la giornalista Bianca Berlinguer.

Queste sono le denunce partite dal Codacons, il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori.

Come è noto il giornalista Andrea Scanzi è riuscito a farsi somministrare una dose di vaccino anti Covid scavalcando l’ordine di priorità.

In sua difesa Marco Travaglio ha sostenuto che per quella dose di vaccino, essendo avanzata e quindi destinata ad essere buttata, era possibile una diversa destinazione.

Per Travaglio sarebbe stato possibile somministrarla al primo soggetto disponibile, in questo caso al suo collega Scanzi.

Leggi anche: Riforma pensioni, secondo Orlando non è la priorità

Travaglio e Berlinguer, bugie e istigazioni: La denuncia del Codacons per il caso Scanzi

(Pixabay)

Travaglio chiama in causa addirittura il General Figliuolo, Commissario Straordinario per l’emergenza Covid che a suo dire, avrebbe autorizzato a vaccinare chiunque allo scopo di non sprecare preziose dosi di vaccino.

Il Codacons denuncia tale tesi come “assolutamente falsa e priva di fondamento” verrebbe smentita infatti da un’ ordinanza firmata dallo stesso Figliuolo in cui si stabilisce che

 “Le dosi residue a fine giornata, qualora non conservabili, siano eccezionalmente somministrate, evitando sprechi, in favore di soggetti comunque disponibili al momento, secondo l’ordine di priorità del Piano nazionale”.

Leggi anche: Andrea Scanzi, dura richiesta del Codacons alla Rai: la nota

Il Codacons non risparmia neanche Bianca Berlinguer che si sarebbe resa colpevole di  istigare alla violazione del piano nazionale sulle vaccinazioni e chiede  alla Rai di prendere provvedimenti e valutare il comportamento della giornalista mentre contro Marco Travaglio Codacons ha presentato un esposto all’Ordine dei Giornalisti.