Amazon, Orlando apre alla trattativa: “Convocherò azienda e sindacati”

Amazon – sindacati, interviene il ministro Orlando a seguito dello sciopero dei dipendenti della multinazionale: “Serve costruire un percorso di dialogo”

Amazon Orlando
Logo Amazon (Screenshot YouTube)

Il ministro del Lavoro Andrea Orlando si è detto pronto a proporre una mediazione tra Amazon ed i sindacati. In un intervista per Sky l’esponente del Pd ha parlato di una convocazione che si rende necessaria a seguito dello sciopero dello scorso 22 marzo e delle vicende che richiedono un raccordo tra le parti. Il ministro si è detto ottimista nel poter ricucire lo strappo.

Ed allo stesso tempo ha annunciato di voler compiere dei passi in avanti in modo che si possano “costruire delle relazioni industriali normali. Impossibili da raggiungere quando si creano conflitti tra le parti. Nell’incontro Orlando ha confermato che si tratteranno anche dei “nuovi diritti” per i lavoratori della società.

Leggi anche: Twitter, Bambino messaggia dall’account del Comando Strategico americano

Bisognerà costruire un percorso di dialogo tra le parti che possa portare a dei risultati nel breve periodo soprattutto laddove vi sia stato uno strappo. Insomma, il ministro spera di arrivare con la diplomazia della politica a risultati concreti.

Amazon – sindacati: Orlando convoca le parti

Amazon Orlando
Il ministro del Lavoro Andrea Orlando (Screenshot YouTube)

Amazon – Sindacati, il ministro Andrea Orlando ha fatto sapere nella sua intervista a Sky di voler provare a ricucire le parti tra Amazon ed i sindacati. A seguito delle tensioni culminate con lo sciopero del 22 marzo scorso i lavoratori hanno rivendicato alcuni diritti fondamentali. Come la verifica dei carichi di lavoro ma anche la riduzione degli orari di lavoro dei driver.

Ma anche la stabilizzazione dei lavoratori a tempo determinato e dei lavoratori interinali ed il pieno rispetto delle normative sulla sicurezza e salute dei dipendenti. Insomma, una contrattazione tra le parti a tutti gli effetti, con l’intervento del governo che proverà a sanare questo strappo ad oggi irreversibile.

Leggi anche: Inchiesta Covid in Sicilia, Federconsumatori: “Un attentato alla salute”

Tensioni tra azienda e lavoratori che non si scatenano solo in Italia. Infatti anche in Germania è cominciato ieri lo sciopero dei lavoratori che durerà per quattro giorni. Con le rivendicazioni dei lavoratori tedeschi che ricalcano grossomodo quelle italiane.