Verdura e frutta contaminate, la classifica degli alimenti più danneggiati

I pesticidi intaccano frutta e verdura: al primo posto le fragole

Pixabay

La Food and Drug Administration e il Dipartimento dell’Agricoltura statunitense ogni anno riferiscono quanti residui di pesticidi sono presenti sulla frutta e verdura, non biologiche, che sono vendute nel loro paese. Questi sono i risultati.

L’EWG, il gruppo di lavoro sull’ambiente americano, ha classificato i cibi più contaminati dai pesticidi. Da circa 17 anni questa classifica viene pubblicata. All’incirca il 70% dei prodotti freschi venduti negli USA, non biologici, contiene residui di pesticidi tossici

Le fragole sono al primo posto anche quest’anno. Invece tra le verdure gli spinaci si classificano al primo posto. Al terzo posto cime di rapa e cavoli. La top 10 viene chiusa da peperoni e peperoncini. Tra le sostanze rilevate c’è l’Imazalil, un fungicida classificato come probabile cancerogeno per l’uomo. 

Sono stati rilevati anche i piretroidi, una serie di pesticidi e acaricidi ed il DCPA, che nel 2009 è stato bandito dall’Unione Europea. Dei 46 elementi che sono stati inclusi nell’analisi, quelli che sono risultati meno contaminati sono l’avocado e il mais dolce.

Leggi anche: Corretta alimentazione, l’accordo tra Coldiretti e fondazione Ant Italia Onlus

Ambiente, Coreplay insegna l’educazione ambientale con un gioco

Pixabay

Corepla, Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclaggio e il recupero degli imballaggi in plastica, ha dato il via ad un’iniziativa per insegnare a differenziare la plastica, giocando. Il progetto, chiamato Coreplay coinvolgerà insegnanti e studenti delle scuole Secondarie, in tutta Italia.

L’obiettivo è educare su importantissimi temi, quali l’economia circolare e la sostenibilità ambientale, attraverso la conoscenza di un materiale, la plastica, che una volta correttamente riciclato può essere riadattato per numerosi altri oggetti.

Leggi anche: Alimentazione sostenibile, Barilla lancia un progetto per ridurre il consumo di acqua in Italia

Per partecipare, bisognerà collegarsi all’account Instagram @corepla_consorzio cliccando poi sul filtro sulla pagina. Conclusa la sfida, basterà fare uno screenshot al punteggio ottenuto per poi caricarlo sul sito www.coreplay.it.