Rincaro carburante, ecco come graverà anche su chi non guida

Rincaro carburante, nuovo rialzo spaventoso in Italia. Una cattiva notizia non solo per chi guida, ma anche per chi non lo fa. Ecco perché 

prezzi benzina
Distributore benzina (Foto Pixabay)

Il rincaro benzina graverà su tutti gli italiani, anche coloro che non hanno l’auto. Sì, proprio così: il conto sarà salato pure per chi è abituato a grosse tratte a pieni o a prendere i vari mezzi pubblici. Come? Attraverso una serie di altre spese parallele ma che dipenderanno strettamente da questo rialzo.

Allo stato attuale, giusto per fare un riepilogo rapido, la benzina costa circa 1.579 euro al litro mentre per il diesel siamo attorno al 1.445. Significa, rispettivamente, un rialzo del 14.5% e del 15.7% rispetto allo scorso novembre: un trend spaventoso considerando il brevissimo intervallo di tempo.

Leggi anche: Benzina, non fate quest’errore alla guida: sprecate tantissimo

Rincaro carburante, allarme in Italia per i costi 

Rincaro benzina
Pixabay

Così fare il pieno di carburante grava abbastanza per chi è abituato a prendere spesso l’auto, che sai per lavoro o non. Un valore nell’occasione apparentemente minimo, ma che addizionato per più volte durante un anno crea una cifra non indifferente. Ecco perché il Codacons, così come altre associazioni sensibili sull’argomento, ora chiedono un incontro col neo Premier Mario Draghi per cercare di andare incontro alle famiglia italiane soprattutto in un momento così complicato.

“Siamo tornati ai vertici della classifica dei Paesi dell’Unione Europa: i prezzi, qui, costano mediamente il 10.7% in più rispetto alla media continentale”, ha evidenziato coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori. Tutto ciò comporta l’aumentare dei costi di trasporto della merce, così da creare un pericoloso effetto a catena nell’intero contesto nazionale.

Risulto? Prezzo rialzato per tutti e tutto.  Con i trasportatori che dovranno pur rientrare da questa spesa, aumenta il prodotto in vendita per il quale si conta anche un aggiuntivo per il trasporto. Così qualunque cosa, potenzialmente, potrebbe subito di questo passo un aumento. Dalla frutta passando per alimenti vari fino ad oggetti.