WhatsApp, nuovo messaggio con finto regalo che nasconde una frode

WhatsApp è di nuovo al centro di un tentativo, a quanto pare riuscito diverse volte, di carpire dati personali da parte degli hacker sfruttando finti siti e messaggi che parlano di presunti regali.

WhatsApp, nuovo messaggio con finto regalo che nasconde una frode
WhatsApp, nuovo messaggio con finto regalo che nasconde una frode (foto: pixabay)

Attenzione al nuovo messaggio truffa che gira su WhatsApp e che ha già permesso agli hacker che lo hanno ideato di raccogliere i dati personali, purtroppo, di parecchi utenti dell’app di messaggistica istantanea.

Leggi anche: Coldiretti, regalati ai centri antiviolenza di Pavia Vigevano e Voghera 300 kg di prodotti

WhatsApp, la truffa del 8 marzo

WhatsApp, nuovo messaggio con finto regalo che nasconde una frode
WhatsApp, nuovo messaggio con finto regalo che nasconde una frode (foto: pixabay)

Tutto è cominciato lo scorso 8 Marzo in occasione della Giornata Internazionale Della Donna. Un gruppo di hacker ha inviato a tutta una serie di numeri WhatsApp un messaggio con un link. Il messaggio parlava di un regalo da parte di Adidas, noto brand di abbigliamento sportivo, e invitava a cliccare sul link.
Chiaramente, precisiamo subito che il brand utilizzato come specchietto per le allodole di questa ennesima truffa online è del tutto estraneo a quanto portato avanti dagli hacker.

Il sistema è lo stesso già visto in altre occasioni: un messaggio ammiccante, un sito che sembra originale e la richiesta di compilare alcuni campi con i propri dati personali. Purtroppo, nonostante ormai le notizie su questo genere di truffe siano pubblicate quotidianamente, diversi utenti si sono lasciati tentare.

Sono stati riportati infatti molti casi in cui gli utenti di WhatsApp che hanno ricevuto questo messaggio finito con un regalo da parte di Adidas hanno effettivamente aperto il link e seguito la procedura. Come è facile intuire, non hanno ricevuto nessun regalo.

Leggi anche: Telescopio spaziale ha scoperto il resto più grande di Supernova mai visto ai raggi X

Cadere vittima di una di queste truffe con cui gli hacker cercano di raccogliere dati sensibili non è soltanto una svista ma può rivelarsi un problema. I truffator raccolgono questi dati principalmente per due scopi: rivenderli nel dark web, il mercato nero di Internet, oppure utilizzarli per portare avanti altre truffe.

Conoscendo, infatti, i principali dati personali di un utente è possibile ricavare tutte le informazioni su quell’utente e quindi utilizzare l’identità di questa persona per altri scopi fraudolenti. Di nuovo, invitiamo chiunque riceva un messaggio o una mail con presunte vincite, premi, regali a non cliccare sul link.