Il decreto Agosto ha introdotto delle novità molto importanti per quanto riguarda i contratti a termine.

Vengono infatti prorogati i contratti a termine senza causale ed è stato inoltre inserito un esonero contributivo per il settore turistico. 

Fino al 30 Dicembre 2020 sarà possibile infatti rinnovare o estendere i contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato anche in assenza di causale. Il datore di lavoro avrà però la possibilità di utilizzare questa proroga una tantum per un periodo massimo di 12 mesi.

La durata massima dei contratti a termine non potrà superare i 24 mesi complessivi. Superata questa soglia, il contratto a termine si trasformerà automaticamente in contratto a tempo determinato. Nell’arco di 24 mesi sarà possibile prorogare il contratto non più di quattro volte. 

Decreto Agosto: sarà possibile rinnovare i contratti a termine senza causale

Il Jobs Act prevede che superati i primi 12 mesi, il contratto a termine può essere rinnovato in presenza di tre causali: esigenze temporanee e oggettive che risultano estranee all’attività lavorativa ordinaria, esigenze legate alla sostituzione di altri lavoratori oppure esigenze legate a un incremento temporaneo e non previsto della normale attività lavorativa. 

Il decreto Agosto elimina le causali previste dalla legge e permette invece di poter rinnovare per altri 12 mesi il contratto di lavoro senza bisogno di queste causali. 

Viene inoltre eliminato il rinnovo automatico dei rapporti di lavoro. Una misura che era stata inserita nel decreto Rilancio allo scopo di evitare una caduta verticale dell’occupazione, ma che però aveva scatenata la rabbia delle imprese.

Decreto Agosto: agevolazioni fiscali per il settore turistico

Il decreto Agosto ha inoltre previsto uno sgravio contributivo sui contratti a termine per il settore turistico e degli stabilimenti termali. Il datore di lavoro avrà la possibilità di risparmiare 60 euro l’anno, fino a un tetto massimo di 8000 euro, per le assunzioni a tempo indeterminato che vengono effettuate entro il 31 dicembre 2020.

Questa agevolazione fiscale viene applicata ai contratti a termine stagionali e alla trasformazione di contratti a termine in contratti a tempo indeterminato.

Leggi anche: Bonus 1000 euro per lavoratori stagionali: le ultime novità