Libra
Libra

“Non bisogna fidarsi di Libra”, ha affermato Jens Weidmann, presidente della Bundesbank e responsabile delle politiche per la Banca Centrale Europea (BCE). Weidmann e altri si aspettano che l’UE inizi a prendere in seria considerazione la possibilità di creare una valuta digitale che contrasti quella Facebook e della Cina, ormai in dirittura d’arrivo. In effetti, alcune banche centrali hanno già esposto piani per creare una valuta digitale sovrana.

Il progetto esposto da Facebook negli ultimi mesi del 2019 ha destato molta preoccupazione tra numerosi legislatori finanziari e funzionari delle banche centrali. In Europa, Francia e Germania sono diventate le maggiori detrattrici del token digitale.

“Non sono d’accordo a chiedere allo Stato di trovare soluzioni”, ha dichiarato Weidmann. “Invece, la logica dell’economia di mercato impone alle aziende l’obbligo di sviluppare prodotti che soddisfino le esigenze della clientela”.

Il consiglio del capo di Bundesbank non è contrastare o bloccare i progetti di criptovalute private come Libra, ma di creare piattaforme che renderebbero le rimesse transfrontaliere più veloci e economiche. Le valute digitali offrono tempi di transizioni molto più veloci di quelli tradizionali e ad una frazione del loro costo.

Soprattutto nell’Asia del Pacifico, il virtual banking sta prendendo piede velocemente. Ciò grazie ai servizi offerti ai clienti e alle solide soluzioni che rientrano nella categoria overbanked, che si traducono in minori costi su prodotti bancari e finanziari.

Secondo Weidmann, la BCE non avrebbe nessuna necessità a creare una valuta digitale dell’UE. Intanto, serpeggia la paura che l’eurozona rimanga indietro rispetto alla Cina nella corsa per la rilevanza globale nell’emergente economia digitale.

Il 2020 potrebbe diventare l’anno delle guerre per la valuta digitale sovrana tra le banche centrali. Alcuni ritengono che diverse nazioni si contenderanno il controllo del mercato delle cripto statali. La BCE non ha nessuna intenzione di rimanere indietro, anzi: vuole battere la concorrenza ed ergersi su tutte.