xiaomi mi a3

Xiaomi ha lanciato in India il Mi A3 dotato di Android One, nuovo sistema di aggiornamento software lanciato da Google nei Paesi emergenti. Lo smartphone, di fascia medio-alta, è dotato di un display Amoled HD+ (1560X720 pixel) da 6,088 pollici, tre sensori per fotocamere sul retro da 48, 8 e 2MP per fare foto dettagliate e nitide, a cui va aggiunto un obiettivo per selfie da 32MP.

Il Mi A3 ha due versioni: una da 4GB di RAM e 64GB di memoria al prezzo di Rs 12.999 (163 euro), l’altra da 6GB di RAM e 128GB di spazio d’archiviazione e che costa Rs 15.999 (201 euro). Entrambe montano un processore Qualcomm Snapdragon 665.

Google ha scommesso molto sul futuro di Android One appoggiandosi al Mi A3, presentato da Xiaomi il mese scorso in Spagna. Presentato nel 2014, il nuovo sistema di aggiornamento software ha subito un calo negli ultimi tempi.

L’azienda ha aggiunto alcune funzionalità molto familiari per non innervosire gli utenti. Lo smartphone Mi A3 dispone di una batteria da 4030 mAh abbastanza grande, un jack per cuffie da 3,5 mm e un supporto per microSD esterna per chi necessita di più spazio di archiviazione. Anche se sono tre cose comuni in tutti i dispositivi, Xiaomi ha voluto placare le voci di cambiamenti “radicali” su questo dispositivo.

Per non far mancare nulla, Xiaomi ha incorporato un sensore di impronte digitali all’interno del display per consentire agli utenti di sbloccare in modo celere il telefono. E’ supportato anche lo sblocco tramite riconoscimento facciale. Il Mi A3 verrà venduto in India attraverso Amazon e il negozio online di Xiaomi a partire dal questo week-end. Nei negozi classici arriverà successivamente.