Android Q
Android Q | Photo from computerworld.com

La prossima settimana, nella città di Dongguan, si terrà la conferenza annuale degli sviluppatori di Huawei, la più grande azienda tecnologica cinese. Durante l’evento, verrà ufficialmente annunciata l’ultima versione del software proprietario basato su Android e che si chiama EMUI. La versione 10.0 si baserà su Android 10 Q. Anche se è ancora in fase beta, l’azienda vuole mostrare subito al mondo la tipologia di aggiornamento per gli smartphone Huawei e Honor.

Nei primi giorni di questa settimana, Google ha lanciato la sesta e ultima versione beta di Android Q soltanto per gli smartphone Pixel. Siccome la società mette a disposizione il codice sorgente del sistema operativo soltanto per alcuni partner, alcuni marchi come OnePluse e Xiaomi hanno iniziato a personalizzarla in base ai propri gusti. Per quanto riguarda Huawei, se precedentemente la versione personalizzata beta era sostanzialmente una EMUI 9 con poche modifiche al framework Android Q, questa volta l’azienda potrà finalmente mostrare i cambiamenti sostanziali apportati ad Android Q di Google.

Durante l’evento di Dongguan, Huawei parlerà soltanto della modifica dark a livello di sistema che arriverà su EMUI 10 ma, con tutta probabilità, le modifiche che verranno apportate dall’azienda su Android Q saranno davvero molte.

Ancora prima dell’ufficialità durante la conferenza degli sviluppatori, è praticamente certo che la versione beta di Android Q sarà disponibile per la serie Huawei P30 a partire dall’8 settembre, probabilmente però soltanto per i modelli venduti in Cina. Tuttavia, almeno adesso gli appassionati dei dispositivi dell’azienda sapranno ufficialmente che, con la data di lancio della prima beta della prossima versione Android di Huawei, quella definitiva non dovrebbe essere troppo distante.