Postepay, mai notato questo consiglio prima del prelievo?

La Postepay è forse la carta prepagata più diffusa nei portafogli degli italiani. Facile da usare e da ricaricare, può essere utilizzata anche per prelevare soldi presso i Postamat. Ma vi siete mai accorti di questa opzione quando prelevate?

postepay prelievo green
Prelievo più green Postepay (foto Adobe)

Siamo talmente tanto abituati a effettuare operazioni presso gli sportelli ATM, che siano quelli bancari che sia il Postamat è indifferente, che la maggior parte di ciò che appare sullo schermo ormai non lo leggiamo neanche più. Eppure dovremmo.

Perché i prelievi presso i Postamat, per esempio effettuati con una carta Postepay, possono essere un momento in cui decidiamo coscientemente anche di salvaguardare il nostro ambiente naturale. Ecco come fare.

Prelievo Postepay, la scelta davvero green

prelievo postepay green
Postepay, addio scontrino per l’aibmente (foto Pexels)

Ogni nostra azione quotidiana ha nel bene o nel male ripercussioni sul mondo che ci circonda. Se per esempio scegliamo di camminare invece di prendere l’auto stiamo innanzitutto risparmiamo benzina ma anche evitando di inquinare e allo stesso tempo facciamo quel po’ di quel sano esercizio fisico che aiuta anche a mantenerci in salute.

Leggi anche: Assegno unico, INPS avvisa: queste persone perderanno gli arretrati

Altre scelte importanti le facciamo per esempio quando andiamo a fare la spesa se scegliamo di portarci le buste da casa anziché farsele dare in cassa, oppure preferiamo acquistare frutta e verdura non confezionata o ancora eliminiamo del tutte le buste e portiamo la spesa a casa usando le confezioni vuote con cui i prodotti raggiungono gli scaffali. Ma possiamo essere più attenti all’ambiente anche quando andiamo a prelevare. Infatti, nel momento in cui inserite la Postepay nel Postamat appare tra le tante opzioni quella relativa allo scontrino. Se scegliete di non farvelo stampare avrete sicuramente notato che accanto alla scelta di non avere lo scontrino c’è sempre la dicitura “scelta ecologica” oppure il disegno di una foglia che indica lo stesso messaggio.

Leggi anche: Stangata in spiaggia: multa da 300€, l’errore da non fare

Se non dovete giustificare quindi con nessuno il prelievo che state facendo, scegliere di non avere uno scontrino è un altro modo in cui potete aiutare l’ambiente. La carta degli scontrini, di tutti gli scontrini quindi anche quelli della spesa, non è infatti una carta che può essere riciclata dato che è stata sottoposta a un trattamento particolare. Gli scontrini infatti vanno gettati nell’indifferenziata. Questo significa che sono scarti nel vero senso della parola. Qualcosa di cui possiamo tutti fare a meno.