Isee, controlli Agenzia delle Entrate: chi rischia

Frequentemente sono stati riscontrati Isee falsi o alterati. I controlli sugli indicatori di reddito sono a campione. Cosa succede se si riscontrano irregolarità?

isee controlli
Isee (Foto Adobe)

ISEE sta per indicazione situazione economica equivalente. Anche chi non è esperto di regole fiscali ormai sa che per accedere a bonus, agevolazioni ed assegni per il nucleo familiare è bene avere l’ISEE. Il calcolo viene fatto da un patronato, e successivamente inviato all’Inps o all’Agenzia delle Entrate. Nell’Isee sono compresi non solo i redditi dell’intestatario, ma anche di tutto il nucleo familiare, inclusi mobili, immobili, vetture, figli a carico etc.

Il calcolo dell’Isee non è semplice. Pertanto per richiedere le agevolazioni si compila una dichiarazione autocertificata che attesti l’indicatore di reddito. I coniugi, anche se con residenze diverse, fanno parte dello stesso nucleo familiare. Stesso dicasi per genitore e figli a carico. L’Agenzia delle Entrate negli anni ha effettuato dei controlli sulla veridicità dell’Isee, ma sono troppo pochi per smascherare tutte le irregolarità.

Isee, le sanzioni per le dichiarazioni false

isee
ISEE (Foto Pixabay)

Con i nuovi sistemi digitali l’Agenzia delle Entrate, in base alla banca dati a disposizione, in parte fornisce un Isee già precompilato. Ma da alcune statistiche risulta che il 70% degli Isee presentati riscontrava un’anomalia. L’indicatore della situazione familiare è fondamentale per accedere a tutta una serie di benefici, non ultimo il reddito di cittadinanza. Da ciò si può desumere che una dichiarazione falsa corrisponde ad una truffa ai danni dello Stato.

Leggi anche: Roma, allarme peste suina: scatta la zona rossa

Di conseguenza, di fronte ad un’accertata irregolarità sull’Isee e sulla DSU, non solo si perderanno i benefici a cui si aveva avuto accesso, ma si chiederà anche di restituire il denaro acquisito indebitamente. In più, in quanto truffa ai danni dello Stato, si entra in una denuncia penale.

Leggi anche: Bancomat, controlli in arrivo per chi ha questa abitudine

L’Isee precompilato, introdotto qualche anno fa, ha ridotto il problema delle dichiarazioni false ma non l’ha risolto del tutto. Quindi, di fronte ad Isee falsi o alterati l’Agenzia delle Entrate può agire e rivalersi nei confronti dell’intestatario. Ma non per gli Isee datati, il cui termine di prescrizione per i controlli sia ormai scaduto.