Mutuo 100% senza anticipo: quando è possibile averlo?

Il tetto stabilito per il mutuo è l’80%, ma in alcuni casi, e ad alcune condizioni, può essere esteso al 100%. Chi sono i beneficiari

Mutuo 100%
Mutuo (Foto Adobe)

Accendere un mutuo è un momento importante nella vita di un giovane. E questo le banche lo sanno. Come sanno anche che non è così semplice ottenere le garanzie richieste dagli istituti di credito. I più fortunati possono contare su un contratto a tempo indeterminato o su una famiglia alle spalle che possa firmare come garante. Ma non per tutti esiste questa possibilità.

La percentuale stessa di mutuo che si può richiedere sul valore dell’immobile dipende dalle garanzie che vengono offerte. Più garanzie equivale ovviamente a maggior quota di denaro. E la Banca d’Italia ha stabilito che gli istituti di credito non possono offrire mutui per una quota superiore all’80% del valore dell’immobile. E chi non ha denaro da anticipare o integrare al mutuo come fa?

Mutuo, il Fondo di Garanzia prima casa

Mutuo 100%
Mutuo (Foto Adobe)

Esiste un’opzione a cui possono aderire solo coloro che posseggono determinati requisiti. Si tratta del Fondo di Garanzia prima casa, istituito dalla Legge di Stabilità 2014. Si tratta di un fondo statale che copre la garanzie per il mutuo fino al 50%, consentendo alle famiglie idonee di arrivare ad ottenere il mutuo per il 100% del valore senza anticipo.

Leggi anche: Mutuo, come recuperare 760€ dal modello 730

Possono aderire al fondo di garanzia prima casa si deve inoltrare la richiesta al Ministero dell’economia compilando un apposito modulo. Il Fondo è stato istituito per agevolare gli under 35, ovvero le giovani famiglie. Rientrano nei requisiti anche:

  • gli intestatari di un contratto di lavoro a tempo determinato;
  • i single con dei figli a carico minori di 18 anni;
  • gli assegnatari di IACP (Istituto Autonomo Case Popolari).

Leggi anche: Mutuo casa, i tassi da evitare: c’è di meglio

Condizione essenziale è che il richiedente non possegga alcun altro immobile. Un’altra soluzione è il mutuo 100%, che le banche offrono chiedendo una deroga alla Banca d’Italia. Ma lo svantaggio è che i tassi d’interesse sono molto alti, e di conseguenza si torna al discorso iniziale. Per ottenere soldi ci vogliono soldi. Per ora il modo più sicuro è cercare di entrare a far parte del Fondo prima casa.