Postepay, ‘trucco’ app: cosa fare quando non funziona

Se siete possessori di una carta PostePay avete sicuramente anche scaricato l’app corrispondente. Che però ultimamente sembra soffrire di qualche mal di pancia. Ecco allora un trucco per aggirare i problemi della app PostePay

Postepay
Postepay (Foto Adobe)

Poste Italiane ha corredato e completato tutti i suoi servizi, il conto bancario e le carte prepagate, con una serie di app che permettono di gestire diversi aspetti del proprio conto. Ma tanti utenti stanno riscontrando problemi con l’app che riguarda la carta prepagata. Vediamo che cosa si può fare per risolverli.

La gestione di un conto in banca attraverso un’app scaricabile è un sistema estremamente comodo per avere sotto controllo pagamenti in entrata e in uscita. Può capitare però che si creino le condizioni per cui l’app non funziona oppure l’accesso viene negato nonostante si inseriscano le coordinate corrette. Non lasciatevi prendere dal panico perché nel 99% dei casi si tratta solo di disservizi momentanei e nessuno sta hackerando il vostro conto.

Trucco per app Postepay, se non funziona provate così

Smartphone (foto: Pixabay)

Abbiamo accennato al fatto che con la possibilità di installare sul proprio smartphone una app, si può controllare il proprio conto o la PostePay dovunque ci si trovi. Questo però non significa abbandonare del tutto l’utilizzo del computer, anche perché a volte alcune operazioni sono molto più comode da fare con una tastiera e uno schermo ampio. Se vi trovate quindi a dover passare dall’app al sito di Poste Italiane avete necessariamente fatto login sia sull’app sia sul sito.

Leggi anche: Italia, ora legale in arrivo: quando spostare le lancette

Questo fare avanti e indietro può generare conflitti che si trasformano in un errore che, a sua volta, vi impedisce di fare login. Diversi utenti hanno infatti segnalato che nel momento in cui cercano di fare login sul sito delle Poste o di aprire l’app PostePay quello che appare è un messaggio che li informa che a causa di un errore “wrp esterno” non è possibile entrare. Questo errore può essere dovuto a diversi fattori, la maggior parte dei quali si legano alla cache, ovvero alle informazioni che il dispositivo archivia per poter gestire meglio le risorse nel momento in cui deve ricaricare una pagina o un servizio già aperto in precedenza.

Leggi anche: Assegno unico INPS, i pagamenti di più figli arriveranno insieme?

Nel momento in cui avete fatto login sull’app è possibile che si sia generata una copia corrotta di queste informazioni. La prima cosa da fare è quindi fare logout sia dall’app sia anche attraverso il computer o dal browser dello smartphone per poter effettuare un login pulito. La seconda cosa da fare è ripulire la cache del dispositivo. Ogni dispositivo ha un proprio modo di chiamare la cache e di permettervi di eliminare i dati presenti. Potete quindi effettuare una ricerca su internet e cercare “come ripulire la cache modello smartphone / tablet / computer”.