Bollo auto: come pagare di meno (o non pagare) nel 2022

Volete pagare di meno il bollo auto per il 2022? Vediamo i casi in cui è previsto uno sconto o l’esenzione totale della tassa

(pixabay)

I cittadini italiani che possiedono un’automobile devono pagare ogni anno la tassa di bollo che accerta il possesso del veicolo in questione. Molti, però, cercano un modo per pagare di meno per poter risparmiare, specie in questo momento storico vista la crisi che stiamo vivendo.

In molti casi, è possibile ottenere uno sconto o, addirittura, un’esenzione totale sulla tassa: in questi casi si potrà versare di meno oppure nulla al Fisco. Vediamo quali sono i casi in cui è possibile ottenere uno sconto o l’esenzione del bollo auto.

Bollo auto: modi per risparmiare o non pagare 

Automobile
(Pixabay)

Ci sono dei casi specifici in cui è possibile risparmiare sul bollo auto: domiciliazione bancaria, il bollo auto costa il 10% in meno; agevolazioni per via della legge 104; leggi regionali che prevedono sconti sul bollo auto.

Leggi anche: Stangata per gli automobilisti: nuova tassa nel 2022

Domiciliazione bancaria

È possibile risparmiare il 10% sulla quota totale del bollo auto se il pagamento viene effettuato tramite domiciliazione bancaria (addebitato direttamente sul conto). Per ottenere questo tipo di sconto bisogna possedere un conto corrente bancario.

Legge 104

Chi è disabile non deve pagare il bollo. Le categorie esenti sono:

  • Disabili.
  • Invalidi con gravi limitazioni di movimento.
  • Sordomuti e disabili psichici.
  • Invalidi impossibilitati a guidare una vettura.

Leggi anche: Bancomat, l’errore che fanno tutti: si smagnetizza la carta

Agevolazioni regionali

Alcune regioni italiane hanno previsto degli sconti per i cittadini che risiedono nella regione stessa in alcuni casi. Per quanto riguarda la Lombardia, chi ottiene gli sconti sono:

  • taxi: 75% di sconto sul bollo auto;
  • veicoli ibridi: 50%;
  • veicoli scuola guida: 40% di sconto;
  • autobus a noleggio: 20%;
  • autoveicoli adibiti al trasporto di cose di peso complessivo non inferiore a 12 tonnellate e trattori stradali per il traino di semirimorchi: 20% di sconto sul bollo auto.

Sono invece esenti nella Regione lombarda le seguenti categorie:

  • disabili;
  • auto Onlus;
  • mezzi a noleggio trasporto di persone;
  • ciclomotori e motocicli leggeri;
  • veicoli idrogeno;
  • veicoli elettrici e veicoli a gas;
  • autobus servizio di linea.

Invece, in Puglia le esenzioni del bollo auto sono garantite ai disabili per le vetture di cilindrata fino a 2000 cc per i veicoli a benzina e fino a 2800 cc per i veicoli diesel. Per quanto riguarda l’Emilia Romagna, l’esenzione del pagamento del bollo auto vale per:

  • veicoli storici;
  • veicoli destinati ai disabili;
  • veicoli elettrici o alimentati esclusivamente a gpl e metano;
  • veicoli ad alimentazione ibrida; per acquisto veicoli ecologici;
  • veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita.

Chi non paga in generale il bollo auto?

Le esenzioni dal bollo auto sono comunque previste per le seguenti categorie: veicoli ultratrentennali, se non adibiti a uso professionale; vetture a zero o a basse emissioni; nuove auto a zero emissioni e che rottamano contemporaneamente vecchi veicoli inquinanti.