Imu, cosa succede se non si paga l’imposta sulla casa?

L’Imu è dovuta per tutta una categoria di persone. Se non viene pagata, dopo un certo lasso di tempo, scattano sanzioni salate

Imu 2021

L’Imu è stata introdotta nel 2012 per sostituire la precedente Ici. E’ l’imposta sulla casa, che insieme alla Tari, fa parte delle imposte comunali. Ma non tutti sono obbligati a corrisponderla. La prima casa, con abitazione e residenza del nucleo familiare, è esente dal pagamento dell’Imu. Anche se ci sono delle eccezioni: le case di lusso decono comunque pagare l’imposta.

L’Imu si paga in base ai giorni di possesso effettivo dell’immobile non esente, approssimati in eccesso. Generalmente il pagamento dell’Imu nell’anno solare è diviso in due tranche: l‘acconto entro il 16 giugno ed il saldo entro il 16 dicembre. Per chi preferisce togliersi il dente dolente tutto insieme può pagare a giugno in un’unica soluzione.

La rata di dicembre deve essere calcolata in base della delibera comunale con cui sono state approvate le aliquote alla data del 28 ottobre dell’anno di riferimento. Se le aliquote non sono pubblicate entro il termine del 28 ottobre, il saldo verrà calcolato utilizzando le delibere dell’anno precedente.

Imu, cosa si rischia con il mancato pagamento?

Imu casa
(pixabay)

Se non si paga l’Imu entro i termini, l’Agenzia delle Entrate concede di poterla pagare con l’F24. Ma con degli interessi, e l’Agenzia chiama l’operazione il “ravvedimento operoso“. Ma le more e gli interessi vanno ad aumentare con l’aumento del ritardo nel pagamento. Sono così distribuite:

Leggi anche: Rc auto, cosa succede se non si possiede la copia a bordo?

  • 1/10 del minimo se la regolarizzazione avviene entro trenta giorni dalla scadenza;
  • 1/9 del minimo in caso di regolarizzazione entro novanta giorni;
  • 1/8 del minimo, in caso di regolarizzazione entro un anno.

Leggi anche: Conto cointestato, di chi sono davvero i soldi? Rischio beffa

Passato l’anno, la pratica passerà nelle mani degli agenti di riscossione che avvieranno la procedura esecutiva di recupero dell’Imu, con un sensibile aumento degli interessi e delle more.