Tredicesima, ecco quando arriva. Ma attenti alla sorpresa

Saranno quasi 50 milioni di euro lordi di tredicesime pagate agli italiani. Da questa cifra vanno detratte le imposte

(pixabay)

La tredicesima mensilità è una mensilità aggiunta che solitamente viene accreditata nel mese di dicembre. Viene tassata come le mensilità ordinarie. Le date di arrivo delle tredicesime non sono uguali per tutti. L’accredito, infatti, varia in base al tipo di contratto. I dipendenti pubblici, ad esempio, la ricevono introno al 20 dicembre. Nel settore privato, invece, non c’è una data precisa ma solitamente viene corrisposta prima di Natale.

Tredicesima, cifre e dettagli 

(pixabay)

I pensionati, invece, ricevono l’accredito della pensione il 1 dicembre, insieme all’assegno relativo al mese. Per coloro che ricevono l’accredito su un conto postale, è confermato il calendario di pagamento che prevede l’anticipo del versamento della pensione agli ultimi giorni del mese di novembre. Il primo giorno utile sarà il 25 novembre e si scorrerà poi in base alle iniziali del cognome fino alla fine del mese. Questo è il calendario previsto:

A – B: giovedì 25 novembre

C – D: venerdì 26 novembre

E – K: sabato 27 novembre (solo mattina)

L – O: lunedì 29 novembre

P – R: martedì 30 novembre

S – Z: mercoledì 1 dicembre

Leggi anche: Allarme bancomat, così vi clonano la carta: attenti al segnale

Per quanto riguarda le cifre totali delle tredicesime, in Italia si sfioreranno i 50 milioni di euro di erogazioni. L’assegno aggiuntivo spetterà a 33,8 milioni di italiani tra dipendenti e pensionati. Nello specifico, si tratta di 16 milioni di pensionati e 17,8 milioni di lavoratori dipendenti. In totale, saranno erogati 45,7 milioni di euro lordi di tredicesime. Da questa cifra andrà sottratta la somma di 11,8 milioni di ritenute Irpef.

Leggi anche: Arriva il cashback acquisti on line: fino a 500€ di rimborso

Questa cifra finirà nelle casse dello Stato sotto forma di imposta. Agli italiani resteranno 33,9 milioni netti ma una parte di questi sarà spesa per sopperire a spese o altre tasse e imposte. A dicembre, infatti, c’è il saldo dell’Imu/Tari. Molte persone fanno cadere su questo mese anche le imposte sul possesso dei veicoli o altri tributi. Spesso si preferisce pagare una piccola sanzione ed estinguere i debiti con il fisco approfittando della tredicesima.