Whatsapp, non fare mai queste 3 cose: rischi il blocco

Whatsapp è lo strumento di messaggistica più utilizzato al mondo con oltre 30 milioni di utenti. Tuttavia, come ogni cosa ha i suoi rischi

WhatsApp, la Regione Piemonte istituisce numero dedicato al Green Pass
Pixabay

Whatsapp è l’applicazione di messaggistica più utilizzata al mondo. Sono oltre 30 milioni gli utenti che la utilizzano. Offre la possibilità di inviare istantaneamente messaggi, foto, video oltre alla possibilità di effettuare chiamate vocali e videochiamate. Uno strumento che ha rivoluzionato la comunicazione e condizionato non poco le vite di tante persone. Tuttavia, come ogni strumento di massa, può essere oggetto di truffe o virus ad opera di malintenzionati. Oltre a fare attenzione a queste tipologie molto note è anche necessario evitare altre azioni che possono commettere anche persone comuni e non malviventi a tutti i costi.

Whatsapp, le azioni da evitare

Pixabay

Si tratta dell’invio di messaggi a persone che non desiderano riceverli oppure dell’invio di messaggi illegali, intimidatori o che incitano all’odio. Se si segnalano più volte questi account si rischia di subire la chiusura da parte del proprietario della piattaforma. Ciò accade se le segnalazioni sono ripetute e riferite allo stesso account. E’ necessario prestare sempre molta attenzione nell’utilizzo dei sistemi di comunicazione. Molto spesso le persone credono di poterne fare l’utilizzo desiderato semplicemente perchè collegano lo strumento a qualcosa di personale e di privato.

Leggi anche: Festa Superenalotto, mega regalo di Natale per 4 giocatori

In realtà, tutto ciò che ci mette in comunicazione con l’esterno, con gli altri, anche se personale è sotto il controllo di terzi che devono avere la possibilità di intervenire per evitare usi che danneggino i diritti altrui.

Leggi anche: Superenalotto, attenti a quest’errore: potrebbe costare caro

Inoltre, esistono delle versioni non originali dell’app come la versione Plus o la versione GB che non hanno alcun legame con l’app originale. Coloro che utilizzano queste app possono subire il blocco dell’account. E’ possibile, tuttavia, passare alla versione ufficiale trasportando i propri dati.