Cashback, taglio netto: cosa può accadere da gennaio

Nuovo Cashback in arrivo da gennaio? La proposta arriva dall’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Ecco i possibili scenari per il 2022

cashback
Pagamento con carta (©Getty Images)

Ritorna il Cashback a partire dal 2022? La misura che incentiva i pagamenti tracciati e non in contanti è stata molto apprezzata dai consumatori ma anche dai commercianti. Ma non da tutta la classe politica che, anche strumentalizzando le polemiche, ha tirato acqua al proprio mulino. Voluta dal governo Conte, e dalle forze “giallo-rosse” che lo sostenevano, è arrivato poi lo stop da Mario Draghi.

Adesso per il prossimo anno si pensa ad una ripartenza della misura con possibili novità già dal mese di gennaio. Le riserve espresse dall’ex presidente della Bce sono andate nella direzione di una penalizzazione delle fasce deboli, e per questo motivo si è deciso di interromperlo. Anche in attesa di nuove decisioni in merito.

Al momento pare che le priorità del nuovo esecutivo siano altre, anche se l’ex premier Giuseppe Conte non arretra la sua posizione. Sperando che si possa arrivare alla reintroduzione della misura che secondo lui potrebbe dare ancora giovamenti alla lotta all’evasione fiscale.

Nuovo Cashback, si riparte nel 2022?

cashback
Pagamento con carta (©Getty Images)

In queste ore resta di estrema attualità nel dibattito politico il tema del nuovo Cashback, che in tanti sperano possa ritornare. C’è però molta divisione tra i partiti, anche di quelli di maggioranza che si interrogano sugli effettivi benefici che potrebbero arrivare dalla reintroduzione della misura. Dal Ministero dell’Economia si punta a mettere su una strategia che possa gravare il meno possibile sull’erario.

Si parla infatti di 500 milioni di euro all’anno, un taglio netto e necessario considerando le cifre investite nello scorso anno. Possibili dei paletti e degli accorgimenti da adottare prima di introdurre il nuovo Cashback e farlo ripartire. Intanto l’ex premier spinge per la reintroduzione che potrebbe arrivare nei prossimi mesi.

Leggi anche: Salmonella in un ingrediente, prodotto ritirato dai supermercati

Leggi anche: Gratta e Vinci, gesto generosissimo dell’anziana derubata 

Netta invece la bocciatura di Giorgia Meloni che ha definito la misura come inutile per come era stata concepita all’inizio. La sensazione resta comunque quella di un possibile ritorno del provvedimento, ma con tanti accorgimenti anche per evitare comportamenti scorretti come quello dei soliti furbetti.