“La trasformazione è gigantesca e non abbiamo più tempo”, il monito di Draghi sul riscaldamento globale

Nel suo intervento il premier italiano ha ricordato al mondo come gli sforzi fatti sinora siano insufficienti per contenere il riscaldamento globale

Getty Images

“Dobbiamo essere onesti nei confronti di noi stessi: stiamo venendo meno a questa promessa. Se continuiamo con le politiche attuali, raggiungeremo quasi 3 gradi di riscaldamento globale entro la fine del secolo” con “conseguenze catastrofiche”.

Inequivocabili le dichiarazioni del premier Mario Draghi nel corso di un suo intervento in un videomessaggio al “Major Economies Forum on Energy and Climate”, fortemente voluto dal Presidente Usa Joe Biden.

Nel suo discorso, l’ex governatore della Bce ha spiegato che nonostante il rinnovo degli accordi di Parigi, la strada è ancora in salita affinché l’Occidente possa realmente intraprendere la tanto agognata strada della transizione ecologica. E d’altronde, come rimarca il premier italiano, l’ultimo rapporto intergovernativo stilato dall’Onu a riguardo, mette le nazioni con le spalle al muro: “L’ultimo Gruppo intergovernativo dell’Onu sui cambiamenti climatici ha dichiarato che dobbiamo realizzare riduzioni immediate, rapide e significative delle emissioni. Non possiamo semplicemente contare sugli altri: dobbiamo tutti fare la nostra parte. In ambito Ue, abbiamo fissato obiettivi ambiziosi per ridurre le emissioni e raggiungere la neutralità climatica. Dobbiamo onorare gli impegni presi in materia di clima e, in alcuni casi, essere pronti a prenderne di più audaci”.  

Leggi anche: Greenpeace accusa Coca-Cola, Pepsi e Nestlè: ostacolano le leggi sull’abolizione della plastica

Leggi anche: Nel 2020, 277 persone sono state uccise per aver protetto il pianeta e l’ambiente

Draghi ha poi espresso solidarietà all’esecutivo turco per gli incendi che negli ultimi tempi hanno devastato la nazione. Un segnale che, insieme ai diversi record storici sulle temperature raggiunti quest’estate, deve mettere in guardia il mondo intero: non rimane più molto tempo e senza “un’azione convinta e determinata“, non si potrà voltare pagina: “La trasformazione è gigantesca, e non c’è tempo, i costi che i nostri cittadini subirebbero sarebbero immensi”.