In Messico gli esperimenti di Elon Musk stanno mettendo a rischio la fauna selvatica del luogo

L’impatto degli esperimenti di Space X sull’ecosistema locale preoccupa ambientalisti ed esperti

Getty Images

“Intrusioni e sconfinamenti non autorizzati nei rifugi” sono stati segnalati a Boca Chica, località al largo del Golfo del Messico. Elon Musk, con la sua società dal nome accattivante SpaceX, ha scelto l’area isolata messicana per i suoi esperimenti sulle tecnologie poco costose per esplorare lo spazio. Ben poche perplessità si sono aperte dopo l’annuncio dell’utilizzo di Boca Chica da parte di SpaceX, ma, a poca distanza dall’inizio dei test, sono arrivate le prime segnalazioni da parte degli ambientalisti.

Intorno al sito scelto per gli esperimenti si trova un’area protetta, con fauna locale selvatica in via d’estinzione, che dall’impatto delle esplosioni potrebbe subire notevoli danni. Le attività di SpaceX stanno occupando via via porzioni più ingenti di territorio, fino a sconfinare nelle aree protette e installare canali di scolo che scaricano sostanze nocive nei siti di nidificazione dei pivieri, specie locale di uccelli. Non ultima, arriva la preoccupazione per la quantità di CO2 rilasciata nell’ambiente dai lanci. Boca Chica è abitata da uccelli, gattopardi in via di estinzione e tartarughe marine che nidificano nell’area protetta.

Jim Chapman, ambientalista di Save Rio Grande Valle, lavora da 40 anni nella zona, e si occupa di proteggere il delicato ecosistema dell’area. L’esperto denuncia l’attività di SpaceX, che senza troppi indugi ha ampliato il suo spazio di manovra, passando rapidamente dalle 300 ore concesse per la chiusura di strade e spiagge, a mille ore.

Leggi anche: Isola La Maddalena, l’afflusso di centinaia di barche mette a rischio…

Leggi anche: In Sicilia il Tar ha sospeso l’apertura della stagione di caccia