Multe in arrivo per chi ritocca le foto personali su Instagram: ecco perché

Multe in arrivo a chi pubblica foto ritoccate su Instagram: la clamorosa decisione che mette in allarme i follower. Ecco tutti i dettagli

Foto ritoccate Instagram
Pixabay

Novità inattesa per i follower di Instagram: non si potranno modificare o alterare le foto personali che si andranno a pubblicare sui social. Quella dei filtri alle foto che si pubblicano sui social sta diventando una moda molto diffusa tra gli utenti che spesso alterano di parecchio la realtà pur di apparire “irresistibili” agli occhi dei follower. Scatenando spesso anche forti critiche da chi si accorge del “raggiro” utilizzato.

Soprattutto per quel che riguarda i personaggi pubblici e della televisione o dello spettacolo questa usanza viene praticata molto spesso. Con gli attacchi che non mancano da parte degli osservatori attenti del web, ai quali difficilmente sfuggono anche i dettagli che potrebbero invece apparire insignificanti.

Sui social oggi girano in effetti troppe foto ritoccate che in alcuni casi non rispecchiano la realtà. C’è chi lo fa per motivi personali e non commerciali, ma ci sono anche tante persone che utilizzano questo stratagemma per apparire belli ed in forma.

Multe le foto ritoccate su Instagram: la motivazione

Foto ritoccate Instagram
Pixabay

A finire nella rete delle polemiche sono soprattutto gli influencer ed i modelli che spesso ritoccano le foto su Instagram per migliorare il loro aspetto. Ma da oggi bisognerà fare attenzione perché ci sono delle multe in arrivo. Soprattutto quando si pubblicizzano prodotti o brand commerciali. Meglio non farlo, perché le sanzioni saranno anche salate.

Il paese che ha adottato questo provvedimento è la Norvegia. Che multerà chi continuerà a proporre questa tendenza senza però portare a divieti. Con la nuova legge varata dal parlamento non si potrà sgarrare. Massima attenzione per modelli e case pubblicitarie, ma solo per quel che riguarda l’aspetto fisico.

Leggi anche: Tasse, allo Stato il 90% degli incassi a discapito di comuni e regioni

Leggi anche: Altroconsumo ha svolto un’indagine sugli stabilimenti balneari italiani

Paesaggi e scenografie potranno comunque essere ancora ritoccate senza limiti. Il Ministero della Famiglia è stato chiaro: “Basta con questa realtà distorta, vogliamo che i giovani si accettino per quello che sono. Senza aver bisogno di dover per forza apparire”.