Dl Sostegni bis, Sabatini (ABI): chiarire su agevolazioni prima casa per i giovani

Il General Manager of the Italian Banking Association Giovanni Sabatini, sollecita il governo a chiarire in tempi rapidi le modalità di una corretta funzione.

Bonus Casa
Spese casa (Foto Pixabay)

Sono da chiarire, secondo il General Manager of the Italian Banking Association (ABI), Giovanni Sabatini, le agevolazioni sulla prima casa ai giovani inserite nel Dl Sostegni bis.

Il dg Abi ha espresso i suoi dubbi e perplessità in audizione alla Camera dei Deputati sottolineando di ritenere importarti le misure fiscali suoi giovani, ma è da chiarire la corretta funzione di queste soprattutto per i giovani.

Leggi anche: Blocco dei licenziamenti, tra Letta e Salvini possibilità di accordo

Dl Sostegni bis, prima casa giovani: la sollecitazione di Sabatini

Bonus Casa
(pixabay)

All’audizione alla Camera Giovanni Sabatini ha sottolineato l’importanza delle misure fiscali volte ad agevolare i giovani nell’acquisto della prima casa. Queste agevolazioni, insieme al rafforzamento del “Fondo prima casa”, per il dg Abi sono in grado di fornire una decisiva spinta propulsiva agli investimenti immobiliari da parte di tali soggetti, soprattutto in un contesto, come quello attuale, caratterizzato da una forte incertezza per il futuro.

Leggi anche: Tasse e bonus, ecco come abbassare legalmente il proprio ISEE

Ricordiamo che le agevolazioni del Dl Sostegni bis riguardo l’acquisto della prima casa da parte dei giovani sono in vigore già a partire dallo scorso mese, ovvero dal 26 maggio, data di entrata in vigore del Decreto.

Proprio per questo motivo Sabatini sollecita il governo Draghi a far si che i chiarimenti interpretativi necessari per garantirne una corretta fruizione da parte dei giovani vengano resi in tempi rapidi, anteriormente alla pubblicazione della legge di conversione.