Canone Rai, ecco come non pagarlo in maniera legale 

Non vuoi pagare più il canone Rai? Allora puoi optare per questa soluzione assolutamente lecita e legale 

Rai 1

Il canone Rai, si sa, è un piccolo incubo di tutti gli italiani. Non perché la somma sia così ingente, soprattutto se spalmata in un intero anno, ma perché molti sono semplicemente contrari nel pagarla. Così l’impegno è stato dribblato ed evitato il più possibile per anni, tanto che il governo si è visto costretto ad agire diversamente pur di riscuotere.

Come? Inserendo il pagamento attraverso l’utenza della luce, soluzione ufficializzata dal governo Renzi tramite la legge di stabilità del 2016 per fronteggiare la forte evasione della tassa ed evitare la dispersione dei furbetti. Ed è solo da allora che la Tv di Stato ha registrato un’impennata negli introiti da questo punto di vista.

Canone Rai, chi può non pagarlo 

canone RAI

Ma c’è anche chi potrebbe non pagarlo. A richiedere l’esenzione possono essere solo cinque categorie, nelle quali rientrano anziani, invalidi, militari e agenti diplomatici e consolari. La domanda può essere inoltrata tramite portale o raccomandata all’Agenzia delle Entrate, con una pec con firma digitale alla Rai o attraverso Caf e commercialisti.

Ecco la lista di chi può richiedere l’esenzione:

  • anziani over 75 titolari di reddito non superiore a 8.000 euro;
  • invalidi civili degenti in un casa di riposo;
  • militari delle Forze Armate Italiane: ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate;
  • militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato;
  • agenti diplomatici e consolari: solo per quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani.

Tuttavia vi è un altro scenario in cui è possibile non pagare il canone ma in maniera del tutto legale. Come? Guardando la Rai attraverso un pc o tablet e non via Tv. In questo caso infatti, ovvero guardando programmi on demand o streaming, anche si otterrà l’esenzione. Una soluzione ideale soprattutto per molti giovani che vivono da soli, abituati ormai alla web tv e ai programmi