Coprifuoco, svolta clamorosa: il governo Draghi ha deciso, si cambia

Coprifuoco, arriva la clamorosa novità: il governo Draghi cambia tutto, con lo spostamento dell’orario oggi previsto alle 22. I dettagli. 

Novità coprifuoco
Pixabay

Arriva la svolta coprifuoco nell’emergenza Coronavirus, che sta modificando le abitudini degli italiani ormai da più di un anno. Il miglioramento della situazione, con i dati sui contagi e sui decessi che fanno ben sperare, c’è adesso da attendere solo il definitivo decollo della campagna vaccinale in tutte le regioni. E continuare a sperare al più presto nel ritorno alla normalità.

I dati che tanti italiani attendevano riguardano la restrizione delle 22, mal digerita soprattutto dalle attività commerciali, portano ad una definitiva svolta. Ed è stato il premier Draghi ad annunciarle. Si parte dallo slittamento dell’orario, che passa dalle 22 alle 23 con effetto che si annuncia immediato.

Leggi anche: Pensioni, bonus extra in arrivo per molti: i dettagli 

Ma dal 7 giugno l’orario passerà ancora in avanti, col l’orario di mezzanotte che diventa ancora più accettabile per ristoratori e titolari di attività di ristoro. Potrebbe essere questa la svolta, per un lento ritorno alla normalità previsto per la prossima estate. Sempre nel rispetto delle norme anti contagio.

Coprifuoco, cambia tutto. Le novità dal governo

Novità sul coprifuoco
Tavoli ristorante (Pixabay)

Per la misura restrittiva del coprifuoco la data della svolta resta comunque quella del 21 giugno. Infatti a partire dall’arrivo ufficiale dell’estate cadrà definitivamente la restrizione, con nessun orario da rispettare nel rientro a casa. La fine di un incubo per milioni di italiani, sia lavoratori che semplici cittadini. Stanchi di misure drastiche e contagi.

Ma non finiscono qui le novità, perché il governo ha annunciato anche l’abolizione della misura del coprifuoco nelle regioni bianche dal primo giugno. Parliamo di Sardegna Molise e Friuli Venezia Giulia. Sempre dal 1 giugno ristoranti aperti anche al chiuso, mentre dal 22 maggio i centri commerciali riapriranno anche nei prefestivi e festivi.

Leggi anche: Nuova indagine di Legambiente, ancora troppi rifiuti nelle spiagge italiane

Riavvio dei matrimoni dal 15 giugno, ma con il green pass (tampone, guarigione o vaccino). Il 24 maggio dovrebbero riaprire anche le palestre, con regole da seguire per far si che si possa tornare passo dopo passo alla normalità. Nessuna novità per le discoteche, che almeno per il momento rimangono chiuse.