Bancomat, cambiano i costi dei prelievi? Novità in arrivo

Bancomat, possibili novità in arrivo per quanto riguarda i costi delle commissioni per i contanti. Ecco cosa si sta valutando

Foto Pixabay

Novità in vista per quanto riguarda i bancomat e i costi per ritirare contanti. Bancomat spa infatti, ovvero proprio la società nazionale che gestisce i macchinari per i prelievi, sta valutando una nuova organizzazione per quanto riguarda i costi. Ad annunciarlo è la stessa società attraverso un comunicato ufficiale, piano ora al vaglio dell’Antitrust che emetterà un verdetto a stretto giro. La novità comporterebbe la variazione della commissione al momento del ritiro da uno sportello di una banca di cui non si è cliente.

Bancomat, possibili novità sui prelievi per il 2022 

Se tale modifica dovesse essere approvata, la commissione varierà in base ai vari istituti di credito con una quota differente per ciascuno di esso. Allo stato attuale le regole prevedono invece una spesa aggiuntiva di 0.5 euro per ogni prelievo, mentre all’indomani – sempre se il tutto fosse approvato – non si conoscerebbe la cifra che si andrebbe a pagare. Almeno non prima di aver effettivamente ritirato dei contanti.

Tuttavia ci sarà tempo per l’eventuale modifica e in primis per l’approvazione, poiché la decisione dell’Antitrust è attesa non prima della fine del 2021. Nel caso alla fine si optasse per tale soluzione, verrebbero penalizzate soprattutto le banche di minor rilievo e quelle che hanno puntato sul cashless accantonando sportelli e casse automatiche. Il motivo è semplice: i propri clienti finirebbero per appoggiarsi ad altri istituti piuttosto che in quelli di appartenenza. Anche perché le piccole realtà, come noto e intuibile, hanno decisamente meno sportelli automatici dei riferimenti nazionali. Seguiranno aggiornamenti.