Fisco, controlli in arrivo in Italia: ecco chi rischia 

Fisco, attenzione nelle prossime settimane: è in arrivo una raffica di controlli per gli italiani. Ecco chi riguarderà 

cancellezione debiti

Dopo una breve pausa, l’Agenzia delle Entrate/Riscossione scende di nuovo in campo. Come annunciato dallo stesso ente fiscale, presto ci saranno accertamenti per la notifica di 15 milioni di atti in sospeso. Sebbene l’ultimo decreto Sostegni abbia in realtà inibito momentaneamente il fisco, lo ha fatto per le cartelle esattoriali ma non per tutte le altre questioni in sospeso.

Leggi anche: Pace fiscale, la Corte dei Conti la boccia: “Spinta all’evasione”

Fisco, controlli in arrivo per 15 milioni di atti 

Notifiche Fiscali
Calcolo Tasse (Pixabay)

In particolare i controlli in arrivo riguarderanno accertamenti vari, contestazioni, irrogazione di sanzioni, liquidazioni, rettifiche e determinati recupero crediti di imposta. Si tratta di una serie di atti relativi al periodo pre-pandemia, con i fascicoli poi rinviati proprio a causa dell’emergenza sanitaria accorsa in Italia.

Il precedente decreto Rilancio, inizialmente, aveva stabilito il 2021 come arco temporale necessario per la riscossione di tutti questi crediti. La decisione, tuttavia, ha poi man mano subito una serie di modifiche.  Il primo passaggio è stato il decreto legge del 15 gennaio scorso, il quale aveva fissato come al 1° febbraio come nuova data per le riscossioni.

Un ulteriore intervento ha poi rinviato il periodo tra il 28 febbraio e il 1 marzo. Adesso, però, il ‘blocco’ è terminato. E già dai prossimi giorni già partiranno le raffiche di controlli in giro per l’Italia, con le notifiche che saranno inviate in ordine cronologico in base agli atti più datati rispetto agli altri.