Cartelle esattoriali, dopo lo stop ripartono le nuove notifiche

Ripartono le notifiche delle nuove cartelle esattoriali, dopo  la fine di aprile si riparte con gli avvisi bonari.

(Pixabay)

Dopo gli aiuti e le deroghe per la pandemia i contribuenti si ritrovano a dover affrontare le cartelle esattoriali, dall’inizio del mese sono ripartite le tanto temute notifiche delle nuove multe.

Con il Provvedimento 88314 del 6 aprile 2021 dell’Agenzia delle Entrate il fisco fa sapere che si tornerà a notificare le nuove cartelle esattoriali. La cosa interessante è che  le nuove cartelle esattoriali non verranno notificate tutte assieme ma seguiranno un ordine preciso.

Si inizierà infatti con gli avvisi bonari, ovvero tutti quegli atti che si possono pagare senza subire sanzioni. Difatti, sugli avvisi bonari relativi all’Irpef, all’Iva ed all’Irap per i periodi che vanno dal 2017 al 2018 si potrà non pagare la sanzione del 10%

Leggi anche: Condono cartelle esattoriali, arriva un appello al Governo

Ripartono le cartelle esattoriali, si inizia con gli avvisi bonari

(Pixabay)

Dal primo di marzo 2021 fino al 28 febbraio 2022 verranno notificati tutti gli atti che sono stati elaborati entro il 31 dicembre.

Lo scaglionamento nel tempo serve a favorire la gradualità della riscossione.

In questo modo si vuole sia riuscire a ottenere velocemente liquidità dai contribuenti sia per concedere agli stessi un pò più di tempo.

Come fa sapere l’Agenzia delle Entrate:

“la notificazione degli atti e l’invio delle comunicazioni sono distribuiti tenendo conto anche delle notificazioni degli atti, degli invii delle comunicazioni e della messa a disposizione degli inviti elaborati dopo il 31 dicembre 2020, e dei tempi necessari all’espletamento degli adempimenti propedeutici al regolare esercizio delle attività di riscossione”

Leggi anche: Cartelle esattoriali, prorogata la sospensione al 30 aprile

Le notifiche riguarderanno: gli atti di contestazione,  gli atti di accertamento di recupero, dei crediti di imposta, di irrogazione delle sanzioni, di liquidazione e di rettifica e saranno notificate  in ordine cronologico.