Speravo de morì prima, ci sarà la seconda stagione? Ecco la verità

Speravo de morì prima è la serie tv di successo sulla carriera di Francesco Totti in onda su Sky Uno. Ci sarà la seconda stagione?

Foto (Screenshot youtube)

Speravo de morì prima è la miniserie tv dedicata alla vita e alla carriera di Francesco Totti. Sei puntate nelle quali sono stati svelati segreti e debolezze del campione. I protagonisti, Pietro Castellitto e Greta Scarano, hanno dato vita e forma ai personaggi dell’ex capitano della Roma e alla moglie Ilary Blasi.

La produzione sta riscontrando un successo incredibile. Nel dettaglio il film ripercorre gli ultimi anni di carriera di Totti, la sofferenza provocata dalla decisione di dover lasciare il suo mondo. Il ruolo di Luciano Spalletti, allenatore con il quale aveva un rapporto meraviglioso ma che dopo il primo esonero si è incrinato. La vicinanza della città e dei tifosi giallorossi che non lo hanno mai lasciato solo. Tantissimi i temi trattati dalla mini serie tv prodotta da Sky.

Leggi anche: Quanto guadagna Ilary Blasi? Svelato il patrimonio faraonico della moglie di Totti

Speravo de morì prima: ci sarà la seconda stagione?

Foto (Screenshot youtube)

I fan del film si stanno chiedendo, a poche ore dalla messa in onda delle ultime due puntate, se ci sarà una seconda stagione. L’idea nasce dalla voglia di raccontare come l’uomo ha vissuto l’ultima fase di una carriera meravigliosa. Stando a questo principio non dovrebbe esserci la seconda stagione.

Va da sé che il grande successo ottenuto da ‘Speravo de morì prima’ potrebbe spingere la produzione, attraverso il racconto della vita di Totti lontano dal rettangolo di gioco, a ripercorrere anche tantissime tappe della sua carriera che non sono state coinvolte dalla mini serie tv.

Leggi anche: Sai quanto guadagna Francesco Totti? Svelato il suo patrimonio: è quello di un imperatore

Staremo e vedere cosa deciderà la produzione e soprattutto lo stesso Francesco Totti. I fan continuano a sperare nella possibilità di una seconda stagione che, almeno nella fase iniziale del progetto, non era prevista.