Si arricchisce piantando un albero: ecco cosa ha trovato una donna di 48 anni

Un tesoro di quarant’anni fa scoperto da una donna che voleva piantare un albero di melo. Scopriamo di cosa si tratta.

scoperta tesoro

Una scoperta che ha dell’incredibile quella fatta da una donna di 48 anni che si trovava in vacanza nella sua residenza estiva. Nataliia Dromova, insieme alla sua famiglia, aveva deciso di trascorrere qualche giornata di relax nella sua proprietà di Pereyaslavsky, in Ucraina, nel mese di ottobre scorso.

In quell’occasione si era riproposta di dare una sistemata al suo podere, a cominciare dagli alberi.

Le faticose operazioni di scavo degli alberi morti, ha regalato una scoperta che non si aspettava. Infatti, mentre era intenta nello scavo per piantare un albero di melo, la sua attenzione è stata catturata da un oggetto sotterrato. Scavando piano con le mani per evitare di rompere il contenitore “misterioso” di vetro, ha portato alla luce una bottiglia risalente a ben 40 anni fa.

Ucraina, la scoperta di un “tesoro” di 40 anni fa

Si tratta del “Moonshine”, un distillato che veniva prodotto all’epoca in modo artigianale e clandestino. Una bottiglia che risale agli anni 80′ che all’epoca era ricercatissima. Dalle immagini che Nataliia ha pubblicato si nota la temperatura di 40° del distillato. Che rimane pregiato e ricercato dagli intenditori.

Leggi anche: Dichiarazione dei redditi 2021, quali entrate non devono essere inserite nel 730

La scoperta del “tesoro” in Ucraina, precisamente nella città di Pereyaslavsky, ha riportato alla mente il “Moonshine”, distillato simile alla grappa, molto consumato all’epoca anche nei paesi dell’Est Europa. Anche se la sua nascita è quella americana.

scoperta tesoro

Distillato generalmente di mais ad alta gradazione alcolica. Infatti, la sua gradazione non è inferiore ai 40°.

Il moonshine veniva prodotto in modo clandestino perché vietato. Scopriamo come si produce. Come tutti i distillati venia prodotto in posti isolati e nelle vicinanze di un fiume, in quanto la quantità d’acqua per produrlo è elevata.

Come del resto accade per la produzione di tutti i distillati. La sua caratteristica resta quella di non rimanere nemmeno un minuto nelle botti, passando direttamente nelle bottiglie pronto per essere consumato.

La tradizione, inoltre, vuole che deve essere prodotto di notte, quando si è lontani da occhi indiscreti.