Attenzione se avete questa cifra sul conto corrente: brutta sorpresa

Il costo annuo di gestione per un conto corrente può essere veramente alto se possiedi questa cifra.

Bonifico
Carta foto creata da Racool_studio – it.freepik.com

Tutti noi abbiamo un conto corrente che ci consente di effettuare le cose anche più semplici. In molti, però, non considerano tra le varie cose le spese di gestione dello stesso. Si tende infatti a pensare che i costi siano legati solo alle operazioni effettuate o all’imposta di bollo statale ma non è così.

Se possiedi 50.000 euro sul tuo conto corrente dovrai tenere ben presente che ci sono diversi costi ai quali far fronte. Non tutti richiederanno un esborso diretto di denaro ma bisogna allo stesso modo tenerne presente prima di decidere quale sia la scelta migliore da fare per tutelare le proprie finanze.

Leggi anche: Quanto guadagna Ilary Blasi? Svelato il patrimonio faraonico della moglie di Totti

Attenzione se hai 50.000 euro sul conto corrente

Conto corrente
Pixabay

Andiamo per ordine. In buona sostanza per chi possiede un conto corrente, stando a un’indagine della Banca d’Italia del 2019, spende 88,50 euro, nel caso in cui si tratta di un c/c postale questo valore scende a 54,10 euro, mentre si spendono 21,40 euro per un c/c online. A questi vanno aggiunti i 34,20 euro annui dell’imposta di bollo per un totale, in caso di c/c bancario di 122,70 euro.

A questi vanno sommati anche altri valori. Il primo riguarda l’inflazione, calcolato in 0,70% per l’anno in corso. Nel caso in cui sul c/c ci fossero 50.000 euro si tratterebbe di 350 euro, ovviamente non si tratterebbe di un esborso ma di una perdita di valore d’acquisto.

Leggi anche: Quanto guadagna chi vince l’America’s Cup? Montepremi assurdo

Per chiudere a tutto ciò deve essere aggiunto il costo-opportunità. Ipotizzando di trovare una finanziaria che riconosce l’1,00% si tratterebbe di un esborso indiretto di ulteriori 270 euro. Il totale, quindi, per i possessori di un conto corrente con 50.000 euro sarebbero costretti a una perdita che si aggira intorno ai 740 euro annui.