Pensione, secondo il simulatore i giovani ci andranno a 70 anni

Il simulatore INPS, in base ai dati inseriti ed alle politiche previdenziali attive al momento, rivela l’età per andare in pensione

pensione giovani oltre 70 anni di età
Pensioni (Foto Pixabay – consumatore.com)

La questione previdenziale continua ad essere complessa, e si attende una riforma che vada a sostituire la legge Fornero. Ma non necessariamente in meglio. L’Olnda chiede all’Italia di diminuire le spese per la pensione, e non è semplice ridurre l’emorragia dalle casse statali, dato che la società è sempre più anziana e che data l’inflazione si deve assicurare a tutti un assegno che sia come minimo sufficiente ad uno stile di vita dignitoso. Per questo quest’anno la pensione minima è stata alzata a 600 euro. ma esclusivamente per il 2023 e solo per gli anziani over 75.

Dunque la richiesta di Olanda a Italia e Francia ha provocato numerose proteste. Anche perché le richieste da parte della società civile sono in una direzione opposta: interrompere la Legge Fornero, che definisce l’età pensionabile a 67 anni, e dare la possibilità di andarci prima. In questi anni i vari esperimenti, che sono partiti da Quota 100 per arrivare a Quota 103, hanno consentito a centinaia di migliaia di lavoratori e lavoratrici di andare in pensione prima dei 67 anni. Quest’anno la Quota 103 richiede che si abbiano i requisiti di 62 anni minimo, e con 41 anni di contributi alle spalle.

Pensione giovani, le funeste prospettive del simulatore

pensione giovani oltre 70 anni di età
Pensione (Foto Pixabay – consumatore.com)

L’INPS ha messo a disposizione di tutti i cittadini un simulatore che possa dare un’indicazione sull’età prevista per la pensione. E per i giovani le prospettive non sono affatto rosee. Secondo il simulatore, chi inizia a lavorare oggi, ad un’età di 25 anni, dovrà attendere il compimento dei 70 anni e sei mesi per andare in pensione, dunque accumulando circa 46 anni di contributi. E non è che questo poi garantisca degli assegni super.

Leggi anche: Sanremo, come acquistare i biglietti e quanto costano

Leggi anche: Benzina, la decisione ufficiale sullo sciopero

Anche l’importo per i giovani è sensibilmente ridotto. Il problema de passaggio al contributivo puro porterà ad assegni piuttosto miseri, data la discontinuità del mondo del lavoro che probabilmente in un’intera carriera assiste a diversi cambi di lavoro, che al livello di accumulo pensionistico possono risultare penalizzanti. Dunque l’attuale Governo dovrà risolvere diverse problematiche se vorrà fare una riforma previdenziale con un minimo di lungimiranza.