Vietata la vendita di questi tre farmaci a partire dal 15 dicembre

Ritirati dal commercio tre farmaci che contengono un principio attivo i cui rischi superano i benefici: di cosa si tratta.

rischio morte farmaci
foto Consumatore.com

La sanità proibirà tre medicinali dal 15 dicembre: avviene in Spagna dove l’Agenzia per i medicinali e i prodotti sanitari (Aemps) ha certificato l’imminente sospensione della commercializzazione di una triade di farmaci che contengono amido idrossietilico.

Questo annuncio arriva dopo che a giugno era stato riferito che il ritiro di questi tre farmaci sarebbe diventato effettivo nei prossimi mesi. I farmaci in questione sono: Isohes, Volulyte e Voluven. Le scorte disponibili nei centri sanitari, invece, possono essere restituite ai laboratori attraverso i consueti canali.

Farmaci ritirati dal commercio: qual è la situazione in Italia

farmaci ritirati dal commercio
Pixabay

Come indicato da Aemps sul proprio sito, i tre farmaci sono utilizzati per “ripristinare il volume del sangue causato da sanguinamento quando il trattamento con i soli cristalloidi non è considerato sufficiente”. Ma già da anni, esattamente dal 2018, l’EMA, agenzia europea del farmaco, aveva lanciato un allarme.

Aveva infatti allertato rispetto al rischio di insufficienza renale e mortalità in alcuni pazienti: la questione negli anni è andata peggiorando e appunto nei mesi scorsi è arrivato un richiamo definitivo da parte dell’EMA. Tale richiamo è stato recepito anche dall’Italia, con l’AIFA che in una nota del 31 maggio di fatto ha già sospeso l’utilizzo di questi farmaci.

LEGGI ANCHE: Assegno unico Inps, a queste famiglie il 50% in più

In particolare, allertava che le autorizzazioni all’immissione in commercio di soluzioni per infusione contenenti amido idrossietilico sono state sospese, invitava gli operatori sanitari a non utilizzarli e alla sospensione, con conseguente ritiro di questi prodotti dal mercato. In ogni caso, la sospensione avrà effetto in tutti i Paesi dell’Unione Europea, in quanto – come specificato – i rischi legati all’uso di questi tre farmaci superano i loro benefici.

LEGGI ANCHE: Pensioni, novità: fino a 700 euro al mese in più per chi resta a lavoro

Tale raccomandazione al non utilizzo di questi farmaci è stata ratificata dalla Commissione Europea, che ha pubblicato la relativa decisione il 24 maggio. Intanto, l’AIFA nei giorni scorsi ha fatto ritirare dal mercato medicinali contenenti folcodina, utilizzati comunemente per il trattamento della tosse secca.