Il bando INPS per continuare a studiare: scaricalo subito

Il Diritto allo Studio è sancito dalla Costituzione e l’INPS ha deciso di aumentare la platea degli studenti con uno specifico Bando. Ecco di cosa si tratta

Bando INPS Scuola Consumatore.com 20221116
Bando INPS Scuola (Foto AdobeStock)

È uscito di recente il bando dell’Istituto Nazionale per la Previdenza, INPS valido per l’anno accademico 2022-2023. Si tratta di un bando per accedere a Master di I e di II livello per vari tipi di corsi universitari e di perfezionamento sul territorio nazionale.

Il bando nasce per i figli dei dipendenti pubblici, ma non per tutti. Andiamo a vedere, nello specifico, quali sono i beneficiari di questo nuovo bando INPS, ma soprattutto, di quali categoria specifica sono i figli sopra indicati.

L’INPS ha fornito, annesso al bando, un elenco in tre punti con le specifiche del dipendente individuato. Per poter fare richiesta, uno dei due genitori dovrà essere, un pensionato dell’ex INPDAP (Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica), confluito dal 1° gennaio del 2012 nell’INPS ed oggi noto come Cassa per la Gestione dei Dipendenti Pubblici. La seconda categoria di lavoratori, i quali figli potranno beneficiare del bando sono gli iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

INPS, è online il Bando diritto allo Studio 2022-2023

Questo è un fondo aperto nel 1996 riservato ai dipendenti pubblici, pensionati o ancora attivi, destinato a prestazioni di credito, formazione e di welfare. I terzi e ultimi in elenco sono gli Iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale o Gestione ENAM.

LEGGI ANCHE: Diesel, arriva la novità per gli automobilisti

Quindi gli insegnanti statali a tempo indeterminato di scuola dell’infanzia e primaria, i dirigenti scolastici e i direttori dei servizi generali e amministrativi. Si è iscritti alla Gestione ENAM anche in stato di quiescenza.

LEGGI ANCHE: Vuoi scoprire come risparmiare in 5 mosse: molto facile

Avendo visto nel dettaglio quali sono le specifiche genitoriali per poter entrare in possesso del bando, vediamo ora quali sono i requisiti dei figli richiedenti. Il richiedente deve avere meno di 40 anni nel momento della presentazione della domanda, non aver ricevuto borse di studio dall’istituto a cui è iscritto dal 2018 in poi.

Inoltre non aver fruito di borse di studio erogate a titolo di frequenza di master e CUP, essere disoccupato o inoccupato nel momento della richiesta ed infine essere in possesso di un diploma di Laurea, quali nello specifico sono elencate nel corpo del bando.