Bonus 200€ ottobre, ecco le date: quando arriverà

Ecco l’elenco di coloro mancanti all’appello per il ricevimento del contributo una tantum, che saranno soddisfatti entro il mese. I dettagli

Bonus 200€ ottobre, ecco le date
Bonus 200 euro (Foto Adobe)

Il Governo dimissionario presieduto dal premier Mario Draghi sta consumando le sue ultimissime settimane, mentre con tutta probabilità si parlerà ancora per del tempo sulle misure messe in campo con i decreti emergenziali Sostegni bis e ter. Al contempo si osserverà quale futuro verrà dato ad esse dal nuovo esecutivo che verrà formato dalle forze politiche vincitrici delle elezioni politiche del 25 settembre scorso.

Nei primi giorni di ottobre, si sono aperte le consuete finestre di pagamento dell’INPS. Ovviamente, i primi ad accodarsi all’intenso programma di contributi vi sono i percettori del trattamento pensionistico. Come di consueto, anche in questi giorni, i pensionati possono recarsi presso l’ufficio postale per ritirare i ratei secondo il calendario organizzato secondo l’ordine alfabetico dei cognomi (eccetto per chi ha scelto l’accredito sul conto corrente).

Bonus 200€ ottobre, ecco i giorni per queste categorie

Bonus 200€ ottobre, ecco le date
Bonus 200 euro (Foto Adobe)

Ancora per questo mese, una parte degli anziani contribuenti si sarà accorta della presenza in cedolino del discusso bonus 200 euro. Questa fetta, infatti, corrisponde alla “lista” degli ultimi interessati aventi diritto alla misura una tantum contro gli aumenti energetici. Ottobre dovrebbe corrispondere all’ultimo mese di erogazione del contributo in oggetto – presumendo l’esaurirsi dei soggetti mancanti all’appello.

Leggi anche: Stipendi, arriva la stangata per questi lavoratori: tagli fino al 30%

In attesa, che a breve venga lasciato spazio al nuovo bonus da 150 euro, l’una tantum viene già versato anche ai lavoratori dipendenti, agli autonomi dei lavori domestici e alle partite iva. La regolarità dei pagamenti è dovuta alla limitata disponibilità di credito delle casse INPS, già fortemente poste sotto pressione. Nel mese appena iniziato, sarà il turno di otto categorie: percettori NASpI e DIS-COLL; i titolari della disoccupazione agricola; i beneficiari dei Bonus Covid 2021 di 2.400 e 1.600 euro; i lavoratori co.co.co.; i lavoratori stagionali, precari, a tempo determinato, intermittenti; i lavoratori iscritti al Fondo pensione Lavoratori dello spettacolo; gli incaricati delle vendite a domicilio; i lavoratori autonomi.

Leggi anche: Perderà molti benifici chi ha un ISEE con questo dettaglio

I primi, i secondi, e i terzi riceveranno gli importi in automatico. Ai percettori NASpI e DIS-COLL viene riconosciuto l’una tantum se sono stati titolari dell’indennità di disoccupazione a giugno 2022. Il pagamento è previsto separato dall’indennità, tra la seconda e la terza settimana. I titolari della disoccupazione agricola, titolari nella competenza 2021, dovrebbero attendere fino al 15 ottobre prossimo. Niente di ufficiale, purtroppo, per i beneficiari dei Bonus Covid 2021. Per le altre categorie, elargite su domanda, si potrebbe attendere addirittura fino alla fine di novembre per completare i pagamenti.