Naspi e DisColl, cosa fare per avere il bonus 150€

Il decreto Aiuti-ter è stato l’ultimo provvedimento del governo Draghi e ha previsto una serie di misure per frenare gli effetti dell’inflazione

Naspi (Foto Pixabay)

Il decreto Aiuti-ter è stato l’ultimo provvedimento del governo Draghi a favore die cittadini e delle imprese per frenare le conseguenze dell’inflazione e del caro energia. Il decreto contiene una serie di misure per frenare il calo del potere di acquisto dei redditi più bassi.

Tra le diverse misure c’è un nuovo bonus una tantum stavolta del valore di 150 euro. Questa volta oltre ad essere di importo inferiore riguarda sempre lavoratori e pensionati ma sarà erogato ad una platea più bassa rispetto a quella che ha riguardato il bonus 200 euro. Infatti, spetta il bonus da 150 euro a coloro che nel 2021 hanno prodotto un reddito personale non superiore a 20.000 euro.

Bonus 150, arriva in automatico

naspi
Bonus 150 euro e Naspi (Foto Unsplash)

Oltre ai lavoratori e pensionati il bonus spetta anche a percettori della Naspi e DisColl. Il bonus da 150 euro spetta a tutti i percettori di Naspi e DisColl del mese di novembre. Non hanno, invece, diritto all’indennità di 150 euro i percettori della Naspi anticipata e i disoccupati che hanno già usufruito del bonus 150 euro con altre prestazioni.

Leggi anche: Rivoluzione cartelle esattoriali: cosa può cambiare in Italia

Gli aventi diritto riceveranno il bonus da 150 euro in automatico, senza inoltrare alcuna domanda. Sarà l’Inps ad erogare in automatico i bonus da 150 euro agli aventi diritto del precedente bonus. Infatti, tutti i dati necessari sono già in possesso dell’ente erogatore essendo i soggetti interessati già percettori di altre misure.

Leggi anche: Cartelle esattoriali, cosa possono pignorare senza soldi o immobili

Il bonus da 150 euro rientra tra le diverse misure adottate con il decreto Aiuti-ter. Ne fanno parte anche la proroga del taglio delle accise dei carburanti al 31 ottobre e all’allargamento della platea dei beneficiari dello sconto in bolletta fino a 15.000 euro di Isee. Per quanto riguarda i tempi di erogazione del bonus da 150 euro, arriverà in busta paga a novembre per i lavoratori dipendenti mentre per i pensionati arriverà sul cedolino sempre a novembre.