Quali bonus INPS puoi avere con un ISEE fino a 10.000€

Sono veramente tanti i bonus che lo Stato eroga agli italiani che hanno un ISEE fino a 10mila euro: vediamoli insieme

bonus inps
bonus inps (Foto Pixabay)

Sono davvero tantissime in Italia le persone che sono in difficoltà economica e, in molti casi, in situazioni di povertà. Ovviamente lo Stato non lascia sole queste persone aiutandole con diversi incentivi e bonus che differiscono dall’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, ovvero l’ISEE.

Scopo dell’ISEE è quello di fotografare la situazione economica di un intero nucleo familiare ed è calcolato in base ai redditi e ai patrimoni di ciascun componente della famiglia. Molti dei bonus che elencheremo in questo articolo sono gestiti direttamente dall’INPS e sono accessibili a tutti coloro che hanno un ISEE basso, fino a 10.000 euro.

INPS: quali bonus si possono richiedere con ISEE fino a 10mila euro

bonus inps
bonus inps (Foto Pixabay)

Dopo la pandemia da Covid -19 gli italiani hanno dovuto subito fare i conti con l’inflazione, che ha raggiunto picchi dell’8%, e con il rincaro delle materie prime a causa della guerra tra Russia ed Ucraina. Davanti questo aumento dei costi la parola d’ordine per gli italiani non può essere che risparmiare ma ci sono delle persone che veramente versano in condizioni economiche di disagio e che hanno un ISEE inferiore a 10mila euro.

Queste persone possono presentare apposita domanda all’INPS per ottenere una serie di bonus. Per fronteggiare i rincari di gas ed elettricità queste persone possono richiedere i bonus sociali, agevolazioni che permettono di ottenere uno sconto in bolletta. Per questo bonus l’ISEE è stato innalzato a 12mila euro dato l’incremento delle bollette. Questo bonus è riconosciuto in automatico previa presentazione della DSU.

Leggi anche: Assegno Unico INPS, le novità da decreto: cosa cambia

Chi ha ISEE inferiore a 10mila euro può anche richiedere la Carta Acquisti, ricaricata ogni due mesi con 80 euro, che permette di pagare alcuni beni e servizi come generi alimentari, farmaci, ma anche per pagare le bollette. Per ottenerla bisogna avere un ISEE pari o inferiore a 7.120,39 euro ed avere o più di 65 anni o bambini di età minore ai 3 anni.

Leggi anche: Busta paga, più soldi a settembre: ci sono degli extra

C’è poi l’Assegno Unico Universale che può essere richiesto sia presentando un modello ISEE in corso di validità, sia senza presentare l’ISEE. In quest’ultimo caso, l’importo a cui si ha diritto è quello spettante per la misura base, mentre, se si possiede un ISEE inferiore ai 15.000 euro si ha diritto a 175 euro mensili per ogni figlio.

C’è poi il bonus nido che consente ai genitori di pagare l’iscrizione o le rette di asili nidi pubblici o privati. Gli importi del bonus sono determinati proprio sulla base dell’ISEE minorenni, riconoscendo l’importo massimo (3.000 euro all’anno) alle famiglie con ISEE fino a 25.000 euro che man mano scende a 1.500 euro all’anno per le famiglie con ISEE più alto di 4.000 euro.