Scuola e università, mascherine obbligatorie da ottobre?

Attenzione sull’utilizzo delle mascherine nei luoghi pubblici e al lavoro, in particolare a scuola e nelle università

uso mascherine scuola e università
Uso mascherine (Foto PIxabay)

L’andamento della circolazione del Covid 19 si è ormai stabilizzata in forma epidemica e ha spinto i responsabili sanitari alla decisione di abbandonare con gradualità l’obbligatorietà dell’uso della mascherina nei luoghi pubblici. Le regole sono state modificate in quasi tutti i contesti sociali portando a un allentamento e poi al superamento delle prescrizioni precedenti.

L’obbligatorietà è stata modificata spesso in una raccomandazione a indossarla nel caso si dovessero verificare assembramenti, o in luoghi al chiuso particolarmente affollati. Nella circostanza che le condizioni epidemiche dovessero aggravarsi nel corso dell’autunno, nuove restrizioni potrebbero essere introdotte (come avvenuto in precedenti ondate di contagi). Ma al momento non ci sono segnali preoccupanti che vanno in tal senso.

Cosa succede a scuola e università per l’obbligo delle mascherine

uso mascherine scuola e università
Uso mascherine (Foto PIxabay)

L’obbligo dell’uso delle mascherine è scaduto a scuola il 31 agosto. Sta a studenti e professori la scelta di indossarla o meno. Restano tuttavia delle restrizioni e l’obbligo per alcune categorie considerate a rischio. Devono infatti indossare le mascherine Ffp2 i bambini e gli studenti con problemi respiratori di natura leggera ed in buone condizioni generali che non hanno la febbre.

Le norme ministeriali sottolineano la necessità di indossare mascherina chirurgica o FfP2 fino al termine dei sintomi. Curando particolarmente l’igiene delle mani, l’osservanza della distanziamento e dell’educazione respiratoria. Anche gli insegnanti e gli studenti appartenenti alle categorie fragili hanno l’obbligo di indossare le mascherine Ffp2.

Leggi anche: Assegno Unico INPS, le novità da decreto: cosa cambia

L’obbligo della protezione individuale in regime di autosorveglianza resta infine in caso di contatti stretti con soggetti positivi al Sars Covid. Il discorso è diverso per le università. Grazie all’autonomia alcuni atenei hanno deciso di reintrodurre l’obbligo della mascherina in ambienti quali aule, laboratori, biblioteche, mense, sale studio e durante le sessioni di laurea e di esame.

Leggi anche: Busta paga, più soldi a settembre: ci sono degli extra

In questo senso si sono espressi gli atenei della Sapienza di Roma, dell’Università di Parma e di quella della Calabria con sede a Cosenza. Invece nelle università di Firenze, Padova, Bologna, Torino e Pisa le protezioni individuali sono fortemente raccomandate, ma non obbligatorie.